BREBEMI E MALPENSA, VIA AGLI ACCORDI PER LA REALIZZAZIONE

29/03/2007

2.226 volte
Il presidente della Regione, Roberto Formigoni, insieme all'assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Raffaele Cattaneo, e il ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro, hanno sottoscritto con i diversi soggetti interessati tre importanti documenti, destinati a dare un decisivo impulso alla realizzazione delle infrastrutture in Lombardia:
  • la convenzione tra CAL (Concessioni Autostrade Lombarde, società mista Infrastrutture Lombarde e ANAS) e la società di progetto incaricata della realizzazione della Brebemi, la direttissima Milano-Brescia;
  • un protocollo d'intesa per il completamento delle opere di accessibilità a Malpensa;
  • la convenzione per la variante S.Lucia (Valtellina).
"Questo appuntamento - ha detto Formigoni - è tutt'altro che rituale o scontato e rappresenta il frutto di un lavoro intenso e continuo, condotto nelle ultime settimane e negli ultimi giorni insieme al ministro Di Pietro, ai suoi collaboratori e a tutti gli altri enti coinvolti nella realizzazione di queste opere".
Presenti alle firme, a seconda delle competenze, il presidente della CAL, Mauro Coletta, e il presidente di Brebemi, Francesco Bettoni. E poi il presidente di ANAS, Pietro Ciucci, il vice presidente delle Provincia di Varese, Giorgio De Wolf, il direttore di RFI (Rete Ferroviaria Italiana), Colombo, il presidente della Provincia di Sondrio, Fiorello Provera, il sindaco di Livigno, Attilio Lionello Silvestri.

BREBEMI

Dopo aver ricordato come la convenzione per la Brebemi sia "la prima firmata dalla nuova società CAL", Formigoni ha sottolineato come si tratti di "una tappa decisiva non solo dal punto di vista emblematico ma anche decisionale ed operativo e non solo per Brebemi ma anche per Pedemontana e Tem, la tangenziale est esterna di Milano".
La nuova convenzione regolerà infatti tutti i prossimi passaggi per la progettazione, costruzione e gestione della Brebemi, con l'obiettivo, ha aggiunto Formigoni di "dimezzare i tempi per la posa della prima pietra".
Formigoni ha poi anche chiarito che la realizzazione della quarta corsia sulla Milano-Brescia avrà "un impatto molto positivo ma limitato nel tempo", mentre con la Brebemi si potranno affrontare adeguatamente i nuovi flussi di traffico.

"E' di fatto una nuova concessione - ha spiegato Cattaneo - la prima in assoluto con le nuove regole volute dal ministro Di Pietro. Grazie a questo documento è possibile risolvere i problemi degli extra costi e avviare i lavori entro il 2009 per completarli entro la fine del 2012".
Il costo per chilometro sarà di 31 milioni di euro mentre quello complessivo è fissato a 1,511 miliardi di euro.
"La firma di oggi - ha commentato Di Pietro - è la dimostrazione che è possibile stipulare convenzioni con le nuove regole introdotte dalla riforma nel rispetto dei diritti dei concedenti, dei concessionari e soprattutto dei cittadini. Ed è anche un esempio di come si possa fare impresa e interesse pubblico allo stesso tempo".

MALPENSA

La stipula del nuovo protocollo d'intesa sull'accessibilità a Malpensa, che riprende e aggiorna i due atti formali già sottoscritti nel 1999 con il Governo, porterà al completamento e alla realizzazione di opere per 3,4 miliardi di euro (due terzi per le ferrovie e un terzo per le strade).
Si tratta di interventi collegati e integrati con le grandi infrastrutture: Pedemontana, Brebemi, Tem e Alta Capacità ferroviaria, quindi con tutto il sistema dei collegamenti interregionali e intereuropei, sia sull'asse Est-Ovest (Corridoio 5) sia su quello Nord-Sud (in particolare Alp Transit, Sempione e Gottardo).

"Con la firma di questo protocollo - ha detto Formigoni - Regione Lombardia e Ministero delle Infrastrutture confermano di credere nel ruolo strategico e irrinunciabile di Malpensa come hub per la Lombardia, il nord Italia e l'intero Paese. E' una sottolineatura forte nel momento in cui è in pieno svolgimento la gara per la privatizzazione di Alitalia".
Il protocollo - che, come ha spiegato Cattaneo, "viene firmato per la prima volta anche da RFI e Anas" - è articolato in tre scenari secondo la tempistica di realizzazione delle opere: 2009, 2012 e 2015.
"Con il completamento delle opere ferroviarie - ha sottolineato Cattaneo - sarà possibile raggiungere Malpensa in due ore da Zurigo così come da Firenze. Tutto ciò aumenterà del 50% la domanda locale dell'aeroporto".
"L'obiettivo - ha aggiunto il ministro Di Pietro - è fare di Malpensa il ponte dell'Italia per il mondo e viceversa".

VARIANTE DI S. LUCIA

Il progetto, che interessa i Comuni di Bormio e Valdisotto in Valtellina, ridurrà i transiti di mezzi sulla SS n. 38 nell'abitato di Bormio e nella frazione di Santa Lucia di Valdisotto, accorciando i tempi di percorrenza da e per Livigno. (Ln)

a cura di http://www.regione.lombardia.it © Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa