CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

04/05/2007

1   3.942 volte
Il D.Lgs. 192/2005, modificato dal D.Lgs. 311/2006, recepisce la direttiva comunitaria 2002/91/CE, stabilendo i criteri, le condizioni e le modalità per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici al fine di favorire lo sviluppo, la valorizzazione e l'integrazione delle fonti rinnovabili e la diversificazione energetica.

Il decreto contribuisce inoltre a conseguire gli obiettivi nazionali di limitazione delle emissioni di gas a effetto serra posti dal protocollo di Kyoto, promuovendo la competitività dei comparti più avanzati attraverso lo sviluppo tecnologico.

Si pongono altresì le basi alla certificazione energetica degli edifici, dettando i procedimenti di calcolo e le verifiche da effettuare per conseguirla.

L’ambito di applicazione è relativo alle nuove costruzioni, alle ristrutturazioni totali e parziali, alla nuova installazione o ristrutturazione integrale di impianti termici, nonchè alla sostituzione dei generatori di calore.

Il D.Lgs 311/2006 prevede l’installazione di impianti solari termici per l’acqua calda sanitaria e gli impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica.

Inoltre la finanziaria 2007 incentiva l’installazione di caldaie a condensazione, pannelli solari termici e gli interventi atti alla riduzione del fabbisogno energetico dell’edificio.

Infine è stato pubblicato il decreto sul nuovo conto energia per gli impianti fotovoltaici.

Nell’ambito del panorama appena descritto, si inquadrano gli obiettivi del ciclo di lezioni: fornire agli operatori del settore (progettisti, ingegneri, geometri, periti) criteri di progettazione e di verifica degli edifici, i quali, oltre che dal rigore tecnico, siano caratterizzati dalla praticità delle modalità applicative.

MODALITA' E QUOTA DI ISCRIZIONE
Il seminario ha un costo di Euro 750,00 + IVA 20%, per iscrizioni pervenute 10 giorni prima dell’inizio delle lezioni viene riservato uno sconto del 10%.
La quota comprende la fornitura del materiale didattico, il coffee break e il lunch.
La suddetta attività di formazione rientra tra i costi deducibili nella misura del 50% per i redditi dei liberi professionisti. (artt. 53 e 54 del D.P.R. 22.12.1986 N. 817 e successive modifiche)
E’ consigliabile l’utilizzo del proprio p.c. portatile per agevolare i partecipanti negli esempi pratici che faciliteranno l’apprendimento.

Per ulteriori informazioni il Servizio Clienti è attivo ai numeri: tel. 06 33245244 - fax 06 33111043 - c.a. D.ssa Francesca Mariani – f.mariani@istitutoinforma.it

© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

domenico
03/01/2016 10:49
0,36 centesimi per l energia pulita.investo 650 mila euro per poi avere i benevici dopo 15 anni italia che vuole aiutare gli imprenditori.prodi vattene a casa .
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa