OCCORRE RIFLETTERE BENE PRIMA DI DECIDERE

28/08/2007

2.576 volte
La riforma delle professioni, che prometteva una dura guerra anche nel periodo estivo, sembra che abbia fatto fare vacanze serene a tutti quanti.
Sicuramente le parole di Mantini e Chicchi hanno sortito l’effetto voluto per ordini e associazioni che, in un certo senso, hanno rallentato la loro raccolta di firme per la proposta di legge di iniziativa popolare.
A due mesi dal via dell’iniziativa, infatti, la raccolta delle firme procede molto lentamente, anche perché, come ha spiegato i primi giorni del mese di agosto Pietro De Paola, presidente dei geologi, “la raccolta continua a piccolo trotto. Per valutare i primi dati bisognerà attendere la seconda metà di agosto”.
Il punto sostanziale è che la prudenza ha preso il sopravvento su ogni cosa ed il Cup, a sostegno di questa teoria, ha rispedito al mittente le richieste dei Cup territoriali di Udine, Trieste e Gorizia.
Il Colap, poi, ha proprio interrotto il processo di raccolta: 40mila firme che erano state registrate sono state cestinate d al coordinatore Giuseppe Lupoi, per una chiara impossibilità di procedere oltre con il progetto che prevedeva la calendarizzazione della riforma alla camera prima delle ferie estive.
Ed ora, entro la metà di settembre, si dovrà decidere sul tanto atteso testo unificato.

A cura di Paola Bivona
© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa