VICCHIO (FI): REALIZZAZIONE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “DON LORENZO MILANI”

30/01/2008

5.283 volte
Il concorso è finalizzato all’acquisizione di un’idea progettuale per la costruzione del nuovo edificio della scuola secondaria di primo grado, alla riqualificazione urbanistica dell’area adiacente e al collegamento funzionale con l’edificio della scuola primaria in modo da creare un plesso scolastico unitario. L’area su cui sorgerà la nuova scuola, di proprietà comunale, attualmente è adibita a campo sportivo di cui è previsto lo spostamento, secondo le previsioni del Piano Strutturale.
L’Amministrazione Comunale, in concomitanza del quarantesimo anniversario di “Lettera ad una professoressa” e della morte di Don Milani (2007) ha promosso il laboratorio “Progettare insieme la nuova scuola media” condotto dalla Fondazione Michelucci, che ha coinvolto la scuola e i cittadini interessati, producendo le “linee guida” che costituiscono parte integrante della documentazione a base del presente bando.
Il progetto dovrà comprendere essenzialmente la determinazione dei caratteri insediativi e tipologici dell’intervento in relazione:
  • all’area assegnata;
  • alla normativa nazionale e regionale sull’edilizia scolastica;
  • ai caratteri definiti dal Piano Strutturale e dal Regolamento urbanistico del Comune di Vicchio;
  • ai dati metrici, parametrici e dimensionali, ai costi presunti e agli input progettuali contenuti nel presente bando;
  • agli aspetti morfologici, architettonici e ambientali sia sotto il profilo urbanistico che dei processi di trasformazione territoriale connessi con l’intervento;
  • alla coerenza con le linee guida elaborate dal Laboratorio “Progettare insieme la nuova scuola media”
L’Amministrazione Comunale, nella predisposizione del presente bando, ha garantito la partecipazione ed il coinvolgimento dei cittadini, dell’Istituto Comprensivo di Vicchio, della Fondazione Giovanni Michelucci Onlus e degli Enti interessati attraverso forme di consultazione.



Elaborati di progetto Gli elaborati di Concorso sono fissati per numero e dimensioni. Tutti gli elaborati devono essere redatti in lingua italiana.
I concorrenti dovranno presentare la seguente documentazione:
  • 1. una relazione tecnico-illustrativa (max. 5 facciate, esclusa copertina, in formato UNI A4, carattere “ARIAL” 12) contenente i criteri seguiti nella progettazione e la descrizione della soluzione progettuale con indicazione sintetica dei materiali proposti;
  • 2. una stima dei costi con indicazione del quadro economico di progetto (max. 2 facciate, esclusa copertina, in formato UNI A4, carattere “ARIAL” 12), comprendente, oltre all’importo dei lavori, anche le spese accessorie necessarie alla realizzazione dell’intervento;
  • 3. due elaborati grafici in formato UNI A0, in bianco e nero o a colori. La composizione delle tavole, liberamente formulata dal concorrente, dovrà comprendere:
    • disegno di inquadramento generale;
    • piante con schemi distributivi, sezioni e prospetti in scala adeguata ed in numero sufficiente ad illustrare la proposta progettuale;
    • eventuali dettagli utili alla comprensione degli elementi architettonici, dei materiali utilizzati, eventuali tecnologie costruttive o impiantistiche innovative.
    Le tavole potranno contenere ulteriori disegni, prospettive, assonometrie, viste particolari, fotomontaggi, rendering, foto di modelli o quant’altro utile ad illustrare il progetto.
    Gli elaborati grafici devono essere presentati in duplice copia di cui:
    • una copia, opportunamente piegata e raccolta in una cartella formato UNI A4, unitamente alla relazione tecnico-illustrativa e alla stima dei costi;
    • una seconda, da consegnare montata su supporto rigido leggero non piegato (spessore max. 3 mm., tipo cartone/pvc sandwich, forex o ondulato).
Una copia completa della proposta progettuale dovrà essere presentata anche su supporto informatico. Essa dovrà essere contenuta in un “cd-rom” non riscrivibile contenente i file (nei formati: “rtf” o “doc” o “pdf” per i testi; “jpg” o “pdf” o “dwg” per i disegni). Non sono ammessi elaborati di qualsiasi tipo diversi o in aggiunta a quanto sopra indicato, pena l’esclusione dal Concorso.
Gli elaborati di Concorso dovranno essere in forma anonima e recheranno sull’incartamento e sulla busta dei documenti allegati la semplice dicitura del Concorso. Questo significa che non dovrà essere indicato nessun tipo di motto o di codice alfanumerico sulle tavole elaborate né sugli incartamenti. Elaborati non conformi o eccedenti rispetto alle indicazioni del presente articolo, comporteranno l’automatica esclusione in quanto possibile segno identificativo.
La mancanza di uno solo dei documenti sopra descritti costituisce esclusione dal Concorso.

Attribuzione premi
Il Concorso si concluderà con una graduatoria di merito e con la attribuzione di cinque premi:
  • 1° premio 6.000,00 €
  • 2° premio 3.500,00 €
  • 3° premio 2.000,00 €
  • 4° premio 1.500,00 €
  • 5° premio 1.000,00 €
Ente banditore
Comune di Vicchio
Servizio Lavori Pubblici
Via Garibaldi 1
50039 Vicchio (FI)
www.comune.vicchio.fi.it

Segreteria del Concorso
Ufficio Tecnico Comunale
giovedì ore 9.00 – 12.00
telefono 055.8439286
fax 055.844275
e-mail: concorsoidee@comune.vicchio.fi.it

Responsabile del procedimento
Ing. Sheila Cipriani

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa