DOCUMENTO FINALE

11/02/2008

2.149 volte
Si è concluso con l’approvazione del documento finale, il 7° Congresso Nazionale Architetti e 2° Congresso Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, organizzato dal CNAPPC.
1142 sono stati i delegati chiamati in rappresentanza degli Ordini d’Italia.
Tra i temi dibattuti nei tre giorni congressuali, gli impegni che gli Ordini dovranno assumere in vista delle prossime scadenze legislative nazionali e regionali, come la Riforma delle Professioni, il Codice degli Appalti, il Codice sull’Edilizia, la Riforma urbanistica, la Sicurezza, la Proprietà intellettuale, i Concorsi di progettazione, i giovani e il mondo del lavoro, l’Università e il Tirocinio professionale.

Sui rapporti tra professioni e amministratori si è discusso al Teatro Massimo, nel focus d’apertura di giovedì 7 Febbraio, moderato dal giornalista RAI Bruno VespaDemocrazia urbana per la qualità”. Hanno partecipato l’architetto Massimiliano Fuksas, i sindaci di Torino, di San Giuliano di Puglia, di Cesena, di Castellammare di Stabia, l’Assessore all’Urbanistica di Palermo ed il Presidente del CNA.
Nel secondo focus, condotto da Mauro Mazza, direttore del TG2, è stato esaminato l’iter della proposta di legge di iniziativa popolare avanzata dal CUP su “La riforma delle professioni intellettuali”. Dibattito al quale hanno partecipato Giancarlo Taurini, Pierluigi Mantini e Michele Vietti, componenti della II Commissione giustizia della Camera dei Deputati e relatori di tre distinti disegni di legge sulla Riforma delle Professioni; Antonio Lo Presti, componente della XI Commissione Lavoro della Camera dei Deputati; Antonio Maria Leozappa, avvocato consulente del CNAPPC e Raffaele Sirica, Presidente CNAPPC e del CUP nazionale.
Nel terzo focus, condotto da Maria Carla De Cesari, giornalista del Sole 24 Ore, è stato presentato il XXIII Congresso Mondiale dell'UIA (Unione Internazionale Architetti che per la prima volta si svolgerà in Italia a Torino e vedrà impegnate attorno al tema “Transmitting Architecture” ben 120 nazioni.

Grande partecipazione di pubblico e della Stampa alle inaugurazioni ed alla premiazioni di due speciali Concorsi di architettura: il “Concorso internazionale di idee per la riqualificazione paesaggistica, urbanistica e architettonica di Pizzo Sella”, indetto dall’Ordine degli Architetti di Palermo; il “Premio Internazionale di Architettura Pasquale Culotta all’Opera prima e alla Committenza”, indetto dalla Consulta Regionale degli Ordini degli Architetti della Sicilia. Progetti e vincitori sono stati publicati nel sito dell’Ordine di Palermo.
Nutrita ed entusiasta la partecipazione ad altri due eventi culturali: la mostra di 100 disegni a matita di Ernesto Basile “La Professione della qualità” allestita presso l’Ordine degli architetti di Palermo e la mostra “Dal Futurismo al futuro possibile” allestita all’ex deposito locomotive di S. Erasmo.

Due i volumi presentati al Congresso. “Il Mercato della progettazione architettonica in Italia” del CRESME e il “Manuale di buona pratica. La Programmazione delle opere pubbliche. Il Concorso di Progettazione” di Massimo Gallione.
Ad accompagnare i lavori tre giorni di Tour alla scoperta delle architetture siciliane. Dagli Itinerari Serpottiani attraverso gli oratori cittadini, alla visita della Valle dei Templi di Agrigento ed Erice. I lavori sono stati chiusi dall’intervento finale dell’architetto Raffaele Sirica, Presidente nazionale degli Architetti, su “Conoscenza, Competitività e Innovazione”, nonché la lettura del Documento finale del Congresso da parte dell’architetto Raffaello Frasca, presidente dell’Ordine degli Architetti P.P.C. di Palermo.

Fonte: Ufficio stampa del Congresso
© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa