ENERGIA DA RIFIUTI E BIOMASSE

16/04/2008

3.429 volte
Il Comitato termotecnica italiano ha organizzato con il patrocinio dell’UNI un corso di formazione sull’energia da rifiuti e biomasse ed in particolare sulla produzione di energia da combustibili solidi di recupero.
Nella corso della durata di tre giorni saranno trattati:
- aspetti normativi, tecnologici ed economici;
- problematiche e modelli di project financing;
- criteri realizzativi e gestionali degli impianti;
- fasi di acquisizione ed esecuzione dei progetti.

La necessità/opportunità di impiego dei Combustibili Solidi di Recupero (SRF) ai fini della produzione di energia, siano essi Rifiuti Solidi Urbani (RSU) a valle della raccolta differenziata e loro derivati quali la Frazione Secca Combustibile (FSC) o il CDR a norma, oppure Rifiuti Speciali Assimilabili (RSA) e rifiuti industriali non pericolosi, oppure biomasse solide, si pone sempre più frequentemente all’attenzione di cittadini, operatori e istituzioni.
Il corso intende quindi concentrare l’attenzione sui principali aspetti relativi alla realizzazione e gestione degli impianti di produzione di energia da SRF, intesi come generico mix di RSU/FSC/CDR/RSA/Biomasse, valutandone le attività ed i processi direttamente legati alla valorizzazione termica dei materiali.
In particolare, gli obiettivi del corso sono costituiti dalla capacità di:
  • analizzare/individuare sistemi in grado di rispondere »» alle effettive esigenze del territorio, affrontando problematiche legislative, tecnologiche, economico-finanziarie ed ambientali, dalle quali non è possibile prescindere per lo sviluppo di iniziative compatibili con le realtà locali e vantaggiose per l’intera comunità;
  • comprendere/applicare metodologie e strumenti atti a percorrere tutto l’iter amministrativo, che si rende di volta in volta necessario per l’attuazione di progetti ad elevata complessità.
A chi si rivolge il corso
Il corso è rivolto sostanzialmente a tutti gli operatori del settore, tra cui:
  • produttori di SRF, sia che rientrino nella classificazione delle fonti “rinnovabili” (biomasse in genere), sia che riguardino differenti tipologie di rifiuti (per definizione solo “parzialmente rinnovabili”);
  • costruttori e gestori di impianti di termovalorizzazione;
  • in generale, aziende di impiantistica coinvolte nella progettazione e realizzazione di sistemi di trattamento rifiuti e/o biomasse;
  • università, enti di formazione e consulenti che intendano promuovere una cultura nazionale in materia;
  • neo-laureati e giovani ingegneri, di nuova assunzione, che desiderino sviluppare le proprie conoscenze;
  • manager di azienda che richiedano un’occasione di approfondimento e di confronto sulle tematiche in questione;
  • tutti coloro che vogliano contribuire a creare un consenso “motivato e documentato” verso iniziative industriali necessarie per lo sviluppo del Paese.
Durata ed orari
Le lezioni si svolgeranno nei giorni consecutivi dal 19 al 21 maggio 2008 con orario 09,00-13,00, 14,00-18,00.

Sede di svolgimento
Le lezioni del corso si svolgeranno presso la sede UNI – Ente Nazionale Italiano di Unificazione – Centro Formazione - Via Sannio 2 Milano.

Docenti
I docenti incaricati dello svolgimento delle lezioni, Docenti Universitari e Professionisti del settore, si distinguono per una specifica formazione in materia. Tutti vantano lunga esperienza di studi e pubblicazioni in merito agli argomenti trattati nel corso, ed alcuni di essi sono fra gli autori di varie pubblicazioni in tema.

Maggiori delucidazioni nella brochure informativa
© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa