VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI PROFESSIONALI E REDAZIONE DELLE PARCELLE: L'USO DELLA TARIFFA DOPO IL D.L. 223/06

08/09/2008

3.833 volte
L'emissione della parcella costituisce l'atto accompagnatorio e riepilogativo dell'attività professionale: occorre quindi che la parcella sia un documento ineccepibile, sia sul piano sostanziale che su quello formale e fiscali (da note informative per l'interpretazione della tariffa professionale - pubblicazione OAT 1995)

Su questo fondamento e sulla base di quanto rilevato dalla Commissione Parcelle in fase istruttoria delle notule presentate dai colleghi, l'Ordine degli Architetti PPC di Torino in collaborazione con la propria Fondazione, intende promuovere un corso sulla redazione delle parcelle professionali al fine di trasmettere ai professionisti gli strumenti necessari per una corretta elaborazione delle parcelle professionali, e che nel contempo siano supporti utili già nei preliminari rapporti con la Committenza.

L'articolo 2 comma 1 lettera a) del D.L. 223/06 stabilisce che è abolita "la fissazione di tariffe obbligatorie fisse o minime ovvero il divieto di pattuire compensi parametrati al raggiungimento degli obiettivi perseguiti". L'OAT ritiene che il riferimento al tariffario debba essere prioritario e attraverso una esatta redazione della parcella professionale è raggiungibile l'obiettivo di tutelare al meglio l'attività professionale dell'architetto, in modo da evitare i sempre più numerosi casi di contenzioso.

PROGRAMMA
Il corso avrà una durata di 16 ore ripartite in 4 lezioni di 4 ore ciascuna.

29.09.2008, ore 16.00-20.00
Riccardo Bedrone, architetto - Presidente OAT
INQUADRAMENTO GENERALE
Disposizioni generali sulle professioni intellettuali, ordinamento professionale, ruolo del consiglio dell'ordine.


Erinna Roncarolo, architetto, responsabile commissione parcelle congiunta OAT-OIT
COMMISSIONE PARCELLE
Individuazione del committente, lettera di incarico, ruoli, compiti, pareri.


Pier Massimo Cinquetti, architetto - responsabile commissione parcelle OAT
L'EVOLUZIONE DELLA PARCELLA: D.L. 223/06

Giancarlo Faletti, avvocato - consulente legale OAT
LEGGI SULLA TARIFFA
L. 143/49 - L. 109/94 - tariffa urbanistica: presentazione, inquadramento e gerarchia.


06.10.2008, ore 16.00-20.00
Pier Massimo Cinquetti, architetto - responsabile commissione parcelle OAT
PARCELLE LAVORI PRIVATI
Criteri generali di calcolo: parcella % - vacazione - discrezione - spese.
Individuazione: importo lavori, classe, categoria, prestazioni, analisi casi particolari, rimborso spese, direzione lavori.
MISURA E CONTABILITÀ


13.10.2008, ore 16.00-20.00
Tullio Casalegno, architetto - libero professionista
PARCELLE LAVORI PUBBLICI
Criteri generali di calcolo: parcella % - vacazione - discrezione - spese.
Individuazione: importo lavori, classe, categoria, prestazioni normali/ speciali/accessorie, direzione lavori, parametro spese.
COLLAUDO: tecnico amministrativo, strutture.


20.10.2008, ore 16.00-20.00

Fabio Minucci, architetto - commissione parcelle OAT
TARIFFA URBANISTICA

Dibattito finale e conclusione


Referenza scientifica: Pier Massimo Cinquetti, architetto - responsabile commissione parcelle OAT
Sede del corso: OAT - via Giolitti 1 - Torino
Quota di partecipazione: euro 150,00 + IVA (totale euro 180,00)
Modalità di iscrizione: l'iscrizione al corso dovrà avvenire entro il 22 settembre 2008 compilando l'allegato modulo. Le iscrizioni saranno accettate in ordine cronologico di ricezione del modulo di adesione, non saranno ritenuti validi i moduli privi della ricevuta di avvenuto pagamento. Si comunica che il corso è a numero chiuso, è accessibile anche ai non iscritti OAT ma nel caso in cui il numero di adesioni sia superiore al numero di posti disponibili, verrà data priorità agli iscritti OAT.

A seguito di pagamento, saranno accettate rinunce alla partecipazione solo se comunicate per iscritto entro il termine ultimo previsto per l'iscrizione. Nel caso in cui non si raggiungesse il numero minimo di 30 partecipanti, il corso non potrà essere attivato e le quote versate verranno rimborsate.
L'iscrizione al corso è da considerarsi definitiva se confermata dalla FOAT all'indirizzo mail comunicato nella scheda di adesione.
La Fondazione si riserva la facoltà di variare le date di programma del corso; ogni variazione verrà comunque prontamente segnalata ai singoli partecipanti. © Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa