ADRIA (RO): RIQUALIFICAZIONE PAESAGGISTICO-AMBIENTALE E RIUSO STRATEGICO DELLE RIVE E DELLE AREE LIMITROFE DELL’ADIGETTO E DELLO SCOLO VALDENTRO

11/09/2008

2.654 volte
L’Amministrazione Comunale di Adria, nell’ambito dei processi di pianificazione del territorio, ha individuato come questione fondamentale quella di dover soddisfare la necessità di crescita e di benessere dei cittadini favorendo processi di sviluppo sostenibili e durevoli, nel rispetto delle risorse naturali, delle identità storicoculturali e della qualità degli insediamenti urbani ed extraurbani.
La tutela del paesaggio risulta essere uno dei cardini principali delle attuali politiche pianificatorie: con il concorso di idee si vuole trovare un approccio di qualità per lo sviluppo e la naturalizzazione di uno dei sistemi acquei che, nel paesaggio polesano profondamente antropizzato dai segni ordinatori della bonifica, maggiormente emerge sia per la sua caratteristica conformazione, che per le antiche origini, che per le architetture che ne punteggiano il corso, una su tutte Villa Emo.

L’Adigetto attraversa la parte nord del territorio di Adria per poco più di dieci chilometri e, passando e unendo i due piccoli centri di Ca’ Emo e Fasana, ne caratterizza la morfologia insediativa.
Nell’intento di valorizzare il sistema dei corsi d’acqua e gli insediamenti urbani che con esso si confrontano, per il concorso d’idee sono stati individuati i seguente obiettivi:
  • Rinnovare il legame tra gli abitanti ed i corsi d’acqua mediante la realizzazione di opportunità di utilizzo sostenibili;
  • Mantenere e rafforzare il corridoio ecologico per flora e fauna;
  • Creare circuiti di valorizzazione paesaggistico-ambientali;
  • Promuovere attività culturali e didattiche di carattere naturalistico relative agli ambiti dell’acqua, delle rive e degli argini, delle opere di regimazione idraulica e degli insediamenti;
  • Offrire occasioni di attività ludico-ricreative;
  • Utilizzare, nella misura maggiormente possibile le arginature per percorsi ciclo-pedonali alternativi a quelli propri della viabilità meccanica;
  • Favorire la connessione con zone e aree attrezzate limitrofe o comunque potenzialmente interessanti dal punto di vista naturalistico e turistico-ricreativo.
La partecipazione, previa iscrizione, è aperta a tutti gli Architetti, gli Ingegneri, gli Agronomi e i Dottori Forestali iscritti ai rispettivi Albi Professionali con le modalità descritte nel Disciplinare.

L’iscrizione dovrà pervenire entro il 30/09/2008.

Elaborati richiesti
  • Relazione scritta contenente anche la valutazione di massima dei costi di intervento;
  • Non più di n. 2 tavole, formato UNI A1, piegate in formato UNI A4;
  • Supporto magnetico su cui siano registrati tutti gli elaborati di cui sopra.
Premi
È prevista la premiazione di n. 3 progetti.
L’Amministrazione Comunale mette a disposizione per i premi la somma di € 10.000,00 (diecimila/00) da assegnare nel seguente modo:
  • 1° Classificato € 5.000,00
  • 2° Classificato € 3.000,00
  • 3° Classificato € 2.000,00
Ente Banditore
Comune di Adria
Corso Vittorio Emanuele II 49
45011 ADRIA
tel. 0426 9411
fax 0426 900380

Responsabile Unico del Procedimento
arch. Maurizio Callegari
Dirigente del Settore Territorio
tel. 0426 941250

Segreteria del Concorso
Comune di Adria
Corso Vittorio Emanuele II, 49
45011 Adria
tel. 0426 941208
fax 0426 941208

e-mail urbanistica@comune.adria.ro.it © Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa