Procedure e importazione di energia elettrica nel 2010, pubblicate le istruzioni operative

04/02/2011

4.365 volte
Il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) ha pubblicato le istruzioni operative per l'autocertificazione della produzione, importazione ed esportazione di energia elettrica da fonti non rinnovabili nell'anno 2010 che le imprese interessate dovranno inviare entro il 31 marzo 2011.

Ricordiamo che l'art. 11 del D.Lgs. n. 79/1999 ha previsto dal 2001 che gli importatori e i soggetti responsabili degli impianti che, in ciascun anno, importano o producono energia elettrica da fonti non rinnovabili hanno l'obbligo di immettere nel sistema elettrico nazionale, nell'anno successivo, una quota prodotta da impianti da fonti rinnovabili entrati in esercizio o ripotenziati, limitatamente alla producibilità aggiuntiva. La quota di energia rinnovabile da immettere nel sistema elettrico nazionale inizialmente era stata fissata al 2% e in seguito è stata ulteriormente incrementata, per il periodo 2007-2012, con un aumento annuale di 0,75 punti percentuali.

Le imprese interessate dovranno compilare la modulistica predisposta accedendo con i propri codici di abilitazione all'applicazione del GSE accessibile all'indirizzo https://applicazioni.gse.it. Come anticipato dal GSE, dal 2011 la scheda degli impianti non dovrà più essere compilata manualmente, poiché verrà redatta automaticamente attraverso l'inserimento del CODICE CENSIMP e del CODICE RICHIESTA TERNA. Tutti i dettagli sono meglio specificati nelle Istruzioni Operative.

Entro il 31 marzo 2011, le imprese dovranno inoltrare al GSE, tramite posta, i dati di sintesi riportati nell'autocertificazione, completi della documentazione a supporto delle eventuali esenzioni previste dalla normativa vigente. La procedura di autocertificazione della produzione e importazione di energia elettrica da fonti non rinnovabili fa seguito a quanto previsto dal DM 18 dicembre 2008, che impone, alle imprese che producono e/o importano energia da fonti non rinnovabili, l'obbligo di acquistare per la produzione/importazione immessa in rete nel 2010 certificati verdi in misura pari al 6,05% di energia prodotta/importata da fonte rinnovabile.

Il GSE ha, infine, ricordato di aver raggiunto negli anni scorsi un'intesa con il Gestore di Rete Svizzero e con i Regolatori austriaco e sloveno, responsabili nei rispettivi Paesi della emissione delle Garanzie di Origine, per semplificare il controllo delle GO mediante verifica diretta su sistemi informatici messi a disposizione del GSE.

© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa