Vigili del fuoco: Linee di indirizzo per la riduzione della vulnerabilità sismica dell'impiantistica antincendio

04/05/2012

5.161 volte
Il Dipartimento dei Vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile del Ministero dell'Interno, con la lettera circolare prot. 4621 del 16/04/2012, ha reso noto che il Comitato Centrale Tecnico Scientifico di Prevenzione incendi ha approvato le “Linee di indirizzo per la riduzione della vulerabilità sismica dell’impiantistica antincendio” presenti negli edifici strategici o di rilievo per il pubblico interesse.

Le linee di indirizzo forniscono criteri e indicazioni operative per ridurre la vulnerabilità sismica degli impianti antincendio ed, in particolare, vengono definiti i requisiti minimi di sicurezza sismica ritenuti necessari per ottenere condizioni e caratteristiche di installazione che garantiscano, a seconda delle esigenze, l'incolumità delle persone, il mantenimento della funzionalità, il pronto ripristino post sisma.
Con le line di indirizzo vengono fornite indicazioni di tipo preventivo per evitare situazioni di difficoltà o di pericolo per le persone in caso di terremoto, legate alla evacuabilità dei luoghi e alla generazione di effetti indotti connessi con il rischio d'incendio, quali, ad esempio, rilasci di sostanze pericolose o infiammabili.

L'obiettivo delle linee di indirizzo è quello di definire i requisiti di sicurezza sismica degli impianti connessi alla sicurezza antincendio con riferimento ai diversi scenari d'installazione - pericolosità del sito e funzione strategica dell’installazione.
Per le modalità di realizzazione delle installazioni, e in particolare per il dimensionamento dei sistemi di ancoraggio, viene invece fatto diretto rimando alla normativa sismica NTC 2008 e alla scienza e tecnica delle costruzioni.

A cura di Gabriele Bivona
© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa