Rinviata la Valutazione del rischio da esposizione ai campi elettromagnetici

03/05/2012

4.748 volte
Rinviata al 31 ottobre 2013 la Valutazione del rischio da esposizione ai campi elettromagnetici. Doveva partire il 30 aprile 2012, ma la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea L110 del 24 aprile 2012 della Direttiva 2012/11/UE rinvia nuovamente al 31 ottobre 2013 il termine per il recepimento da parte degli Stati membri della direttiva sui campi elettromagnetici (Direttiva 2004/40/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004).

Ricordiamo che il 14 giugno 2011 la Commissione ha adottato la proposta di nuova direttiva che sostituisce la direttiva 2004/40/CE con lo scopo di garantire un livello elevato di protezione della salute e della sicurezza dei lavoratori, la continuità e lo sviluppo delle attività mediche e industriali che prevedono l'utilizzo dei campi elettromagnetici.L'Italia (strano ma vero) aveva recepito la direttiva attraversi il D.Lgs. n. 81/2008 (capo IV titolo VIII, "Protezione dei lavoratori dai rischi di esposizione a campi elettromagnetici") subordinandone l'entrata in vigore alle disposizioni previste dall'Unione Europea.

Considerata la complessità tecnica della materia e che la maggioranza degli Stati membri non aveva ancora recepito la direttiva 2004/40/CE, la Commissione Europea ha ritenuto opportuno posticipare il termine del 30 aprile 2012 al 31 ottobre 2013.

A cura di Gabriele Bivona
© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa