Milleproroghe, confermata la proroga dell'AVCPass e del POS obbligatorio per i professionisti

27/02/2014

20.199 volte
L'Assemblea del Senato ha approvato in via definitiva il ddl n.1214-B di conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 dicembre 2013, n. 150 (c.d. Milleproroghe) recante "Proroga di termini previsti da disposizioni legislative".
Tra le proroghe approvate in via definitiva d'interesse per i professionisti segnaliamo le seguenti.

Proroga AVCPass al 30 giugno 2014
Con il comma 15-ter dell'articolo 9, viene differita dal 1° gennaio 2013 al 1° luglio 2014 l'entrata in vigore della norma di cui all'art. 6-bis del D.Lgs 163/2006 (Codice Appalti) secondo cui la documentazione comprovante il possesso dei requisiti di carattere generale, tecnico-organizzativo ed economico-finanziario per la partecipazione alle gare d'appalto è acquisita esclusivamente attraverso la Banca dati nazionale istituita presso l'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici. Sono fatte salve le procedure i cui bandi e avvisi di gara sono stati pubblicati dal 1º gennaio 2014 e fino alla data di entrata in vigore della legge di conversione del provvedimento, nonché, in caso di contratti senza pubblicazione di bandi o avvisi, le procedure in cui, dal 1º gennaio 2014 e fino alla data di entrata in vigore della legge di conversione del provvedimento, sono stati già inviati gli inviti a presentare offerta.
Slitta, dunque, di 6 mesi l'obbligo relativo all'utilizzazione del sistema AVCpass per la verifica telematica dei requisiti nelle gare d'appalto. L'obbligo relativo all'utilizzazione del sistema AVCpass gestito dall'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture era già scattato con l'1 gennaio 2014 ma si è trattato di una falsa partenza in quanto soltanto poche decine di stazioni appaltanti si sono registrate nella piattaforma informatica.

Proroga del POS obbligatorio per i professionisti al 30 giugno 2014
L'art. 9, comma 15-bis, al fine di consentire alla platea degli interessati di adeguarsi all'obbligo di dotarsi di strumenti per i pagamenti mediante carta di debito (POS), il differimento al 30 giugno 2014 dell'obbligo previsto dall'articolo 15, comma 4, del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, e successive modificazioni.

Ricordiamo che, di fatto, l'obbligo di POS per i professionisti era già slittato al 28 marzo 2014, a seguito della tardiva pubblicazione del decreto attuativo che avrebbe dovuto definire le modalità di applicazione dei pagamenti mediante carte di credito. Decreto che è stato pubblicato solo il 27 gennaio 2014 sulla G.U. n. 21 (Decreto del Ministero dello Sviluppo economico 24 gennaio 2014) e che è entrato in vigore dopo sessanta giorni dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale e, quindi, appunto il 28 marzo 2014.

A cura di Gabriele Bivona
© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa