Riforma professione Geometra, nessuna nuova competenza all'orizzonte

07/05/2015

6.595 volte
Riforma professione Geometra, nessuna nuova competenza all'orizzonte
Nessuna nuova competenza per i geometri ma solo un progetto che mira a far riconoscere la loro figura professionale a livello europeo.

Una notizia di pochi giorni fa aveva lasciato trapelare la possibilità che entro il 2015 si sarebbe prevista una nuova figura professionale, da molti scherzosamente già ribattezzata "Super Geometra" (leggi articolo). In realtà, come confermato dallo stesso Presidente dei Geometri Maurizio Savoncelli, la riforma avrebbe avuto come scopo principale quello di allineare i programmi formativi del geometra laureato (figura già presente all'interno del Consiglio Nazionale) a quelli previsti dalla direttive Ue n. 36/05.

La conferma mi è anche arrivata dal Presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri nonché coordinatore della Rete delle Professioni Tecniche Armando Zambrano, il quale rispondendo alla mia richiesta di delucidazioni ha affermato, innanzitutto, che "il tema della riforma della professione di geometra non è argomento di discussione della RPT, che non si occupa di questioni interne alle categorie né di competenze, riservate all'attenzione dei Consigli Nazionali. Essa si occupa solo di questioni di interesse comune alle professioni rappresentate con l'obbiettivo della tutela dei professionisti appartenenti a tutte le categorie in un'ottica, però, di leale collaborazione e sussidiarietà alla politica ed alle istituzioni pubbliche".

In riferimento alla riforma della professione del Geometra, Zambrano, nella qualità di Presidente del CNI ha precisato che"un percorso di laurea per il geometra laureato esiste già, tramite i corsi di ingegneria triennale in ingegneria" e che "le competenze del geometra e del geometra laureato coincidono e sono definite nella legge istitutiva della professione. Non ho letto, nel progetto di riforma che ho, nuove competenze professionali".

Spulciando il portale ufficiale del Consiglio Nazionale dei Geometri e dei Geometri laureati, infatti, è possibile verificare che nella descrizione della professione non viene fatta alcuna distinzione tra la figura del geometra e del Geometra laureato. Le principali attività svolte dal geometra sono schematicamente ricondotte a tre macro-aree:

EDILIZIA, URBANISTICA E AMBIENTE
Progettazione lavori
Direzione lavori
Contabilità dei lavori
Collaudo dei lavori
Responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP)
Addetto al servizio di prevenzione e protezione (ASPP)
Controllo del processo di sicurezza
Coordinamento della sicurezza in fase di progettazione dell'opera
Coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dell'opera
Redazione piano di recupero
Redazione piano di lottizzazione
Redazione piano del colore
Certificazione energetica
Consulenza per la qualificazione energetica degli edifici
Certificazione acustica degli edifici
Consulenza per la qualificazione acustica degli edifici
Progettazione e verifica ai fini della prevenzione incendi
Amministrazione immobiliare
Redazione piano di zonizzazione acustica

GEOMATICA E ATTIVITA' CATASTALE
Redazione tipo o piano di frazionamento
Redazione tipo mappale
Redazione tipo particellare
Denuncia al catasto fabbricati
Voltura catastale
Rilievo del territorio
Rilievo di fabbricati
Rilievo di precisione
Tracciamento di infrastrutture territoriali
Tracciamento di fabbricati
Tracciamento di lottizzazioni

ESTIMO E ATTIVITA' PERITALE
Valutazione immobiliare
Consulenza tecnica giudiziale
Consulenza tecnica stragiudiziale
Consulenza tecnica d'ufficio
Arbitrato
Redazione perizia contrattuale
Mediazione
Consulenza tecnica all'atto di trasferimento
Redazione tabelle millesimali
Riconfinazione
Redazione piano particellare di esproprio
Redazione della dichiarazione di successione
Redazione della dichiarazione di successione (Tavolare)
Accertamento usi civici
Due diligenze immobiliare
Audit documentale
Consulenza tecnica normativa

Ho chiesto, dunque, lumi al Michele Barbagallo, segretario della Federazione Nazionale dei Geometri e Geometri laureati mobilitati, il quale mi ha chiarito che le uniche competenze in più che si riconoscono al geometra laureato sono quelle relative alle pratiche valutazione di impatto ambientale, valutazione ambientale strategica, sistemi informativi territoriali e piani regolatori. Il geometra laureato, inoltre, superato un esame di abilitazione potrebbe iscriversi alla sezione B dell'albo degli architetti come pianificatore iunior.

A cura di Gianluca Oreto - -
© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa