ANAC, in consultazione il Bando tipo per l’affidamento di contratti pubblici di servizi di pulizia

18/09/2017

2.687 volte

È partita l'11 settembre 2017 e terminerà l'11 ottobre 2017 la consultazione online messa a punto dall'ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione) per la definizione dello schema tipo del disciplinare di gara per l’affidamento di contratti pubblici di servizi di pulizia, di importo pari o superiore alla soglia comunitaria, aggiudicati all’offerta economicamente più vantaggiosa secondo il miglior rapporto qualità/prezzo.

La consultazione sul Bando Tipo n. 2 per i servizi di pulizia anticipa la definizione del Bando Tipo n. 1 (servizi e forniture in generale) di prossima adozione (leggi notizia), la cui consultazione, nei limiti di compatibilità con la specificità dei servizi, avranno effetto anche sulla stesura finale del Bando tipo n. 2 sui servizi di pulizia.

Ricordiamo che l'attività di definizione di linee guida, bandi-tipo, capitolati-tipo, contratti-tipo e altri strumenti di regolazione flessibile, è stata prevista dall'art. 213, comma 2 del D.Lgs. n. 50/2016 (c.d. Codice dei contratti) al fine di garantire la promozione dell’efficienza, della qualità dell’attività delle stazioni appaltanti, cui fornisce supporto anche facilitando lo scambio di informazioni e la omogeneità dei procedimenti amministrativi e favorire lo sviluppo delle migliori pratiche; ad oggi, purtroppo, a distanza di quasi un ann e mezzo dall'entrata in vigore del nuovo coside dei contratti di cui al d.lgs. n. 50/2016, il builancio è miero se si pensa che non è entrato in vigore nessuno bando-tipo, nessun capitolato- tipo, nessun contratto-tipo.

Il disciplinare in consultazione (allegato) è corredato di una nota illustrativa che, a differenza di quella a corredo del Bando tipo n. 1, si sofferma unicamente sui punti salienti della disciplina dei servizi di pulizia e illustra le scelte di campo effettuate su aspetti che attengono alle specifiche clausole. Gli allegati al disciplinare costituiscono esempi di schede di rilevazione dei fabbisogni delle stazioni appaltanti e proposte di possibili criteri di valutazione dell’offerta tecnica, correlati ad uno schema di presentazione della medesima da fornire agli operatori economici.

Al fine di garantire la massima trasparenza e partecipazione ai procedimenti di regolazione si pone in consultazione il disciplinare tipo, assegnando per la presentazione dei contributi il termine di trenta giorni che scadrà l’11 ottobre 2017 alle ore 24.00.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa