Premio Nazionale Sisto Mastrodicasa 2017: domande entro il 15 gennaio 2018

08/11/2017

1.703 volte
Premio Nazionale Sisto Mastrodicasa 2017: domande entro il 15 gennaio 2018

Il Centro Studi Sisto Mastrodicasa, nell’ambito delle proprie finalità statutarie volte a diffondere le conoscenze tecnico-scientifiche e metodologiche riguardanti il costruito, con particolare riferimento ai problemi della conservazione, dell’adeguamento e del recupero, bandisce un premio intitolato a Sisto Mastrodicasa, Edizione 2017, rivolto ai professionisti e alle imprese qualificate nel settore del restauro e del consolidamento.

In linea con la figura e l’opera di Sisto Mastrodicasa, il bando è indirizzato a quegli interventi di restauro e di consolidamento caratterizzati da scelte atte a coniugare conservazione e sicurezza, qualità ed ingegno progettuale, sapienza costruttiva, maestria artigianale ed uso appropriato dei materiali e delle tecnologie tradizionali e innovative.

L'Edizione 2017 del premio, prendendo spunto dalla proclamazione da parte del MiBACT dell'anno corrente come "Anno dei Borghi", rivolge l'attenzione ai nuclei urbani murati, siano essi città o piccoli borghi, in cui la cinta muraria, intesa come elemento di identificazione nella sua molteplice espressione urbanistica, architettonica e di sistema difensivo, sia stata oggetto di intervento sistemico, sia di restauro che di consolidamento. Scegliendo questo tema, il Centro Studi Mastrodicasa ritiene di poter contribuire alla diffusione della conoscenza dei caratteri urbanistici e architettonici specifici di città, borghi e insediamenti storici murati, meritevoli di conservazione e di valorizzazione.

In tal senso, il tema specifico è così definito:

"Interventi di restauro, di consolidamento e di valorizzazione eseguiti su mura o su porzioni di mura urbiche, inclusi casseri, bastioni, porte e varchi posti lungo la cinta muraria. Gli interventi devono essere stati realizzali nell'arco temporale 2000-2017".

Obiettivi del premio e criteri di valutazione

Obiettivo del premio è selezionare e far conoscere quelle opere di restauro e di consolidamento di particolare rilievo eseguite sul patrimonio storico che si contraddistinguono per:

  • i contenuti interdisciplinari urbanistico-architettonici, strutturali, impiantistici e artistici posti alla base degli interventi;
  • la lucida analisi diagnostica del degrado e dei dissesti e per l'opportuna scelta dei sistemi di intervento di restauro e di consolidamento;
  • l'innovazione, in ordine all'impiego di nuove tecnologie e materiali  da  costruzione,  nel rispetto della struttura originaria;
  • la perizia esecutiva delle maestranze e degli artigiani coinvolti: la capacità tecnica ed organizzativa dell'impresa.

Il Premio è riservato ai professionisti italiani (progettisti e direttori dei lavori) e alle imprese esecutrici intervenuti nel progetto e nella esecuzione di opere di restauro e consolidamento realizzate sia nel territorio italiano che fuori dall'ambito nazionale e ultimate entro il 31 dicembre 2017: gli architetti e gli ingegneri devono essere regolarmente iscritti ai rispettivi Ordini Professionali. Ciascun candidato e/o gruppo potrà partecipare con un unico progetto.

Premi

Sono previsti due premi e una menzione:

  • 1° premio: € 5.000,00 riservato ai professionisti;
  • 2° premio: € 3.000,00 riservato ai professionisti;
  • premio "ing. Franco Calzuola": targa con  menzione  speciale  per  la qualità  esecutiva dell' opera, riservata alle imprese, in memoria di Franco Calzuola, Ingegnere, allievo di Sisto Mastrodicasa, consigliere del Centro Studi, scomparso nell'ottobre 2017.

I premi verranno assegnati a giudizio insindacabile della giuria alle opere ritenute più meritevoli.

Le domande di partecipazione e gli elaborati dovranno pervenire sotto forma cartacea entro il 15 gennaio 2018.

In allegato il bando e la domanda di partecipazione.

© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa