Decreto Milleproroghe: Approvato dalla Camera con voto di fiducia

14/09/2018

2.397 volte

Nella seduta di ieri pomeriggio la Camera dei Deputati, con 329 voti a favore e 220 contrari, ha votato la questione di fiducia posta dal Governo sull'approvazione, senza emendamenti ed articoli aggiuntivi, dell'articolo unico del disegno di legge di conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 luglio 2018, n. 91, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative (approvato dal Senato) nel testo della Commissione.

Il disegno di legge torna, adesso, al Senato che dovrà esprimersi nuovamente dopo che il testo del dl ha subito una serie di correzioni ma i tempi sono stretti in quanto entro il 23 settembre, dovrà essere convertito in legge dello Stato e si profila un voto di fiducia anche al Senato

Il disegno di legge di conversione del decreto-legge 25 luglio 2018, n. 91, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative, è stato approvato - con modificazioni - dal Senato nella seduta del 6 agosto 2018.

Le Commissioni riunite I e V della Camera ne hanno iniziato l’esame in sede referente il 4 settembre 2018, apportando alcune modificazioni rispetto al testo definito dal Senato. Nella seduta del 10 settembre 2018 è stato conferito il mandato ai relatori a riferire in senso favorevole sul testo risultante dalle modifiche approvate dalle Commissioni riunite I e V.

Nel corso dell’esame in sede referente alla Camera sono state apportate, in particolare, le seguenti modificazioni rispetto al testo definito dal Senato:

  • art. 1: sono stati aggiunti i nuovi commi 2-bis e 2-ter di proroga dei termini per l’esercizio obbligatorio in forma associata delle funzioni comunali, prevedendo al contempo l’istituzione di un tavolo, presso la Conferenza Stato-città ed autonomie locali, per l’avvio di un percorso di revisione della disciplina di province e città metropolitane, anche al fine del superamento dell’esercizio obbligatorio;
  • art. 1: è stata disposta una nuova formulazione dei commi 2-quater e 2-quinquies in materia di modalità e tempi di verifica del rispetto degli obiettivi intermedi dei piani di riequilibrio finanziario, riformulati o rimodulati, degli enti locali;
  • art. 5: il nuovo comma 1-bis proroga il termine entro il quale la Commissione tecnica di studio sulla gravosità delle occupazioni (prevista dalla legge di bilancio per il 2018) conclude i propri lavori;
  • art. 6: è stata disposta la soppressione dei commi 3-bis, 3-ter, 3-quater e 3-quinquies in materia di proroga del mandato del personale scolastico in servizio all’estero e di facoltà di inserimento di ulteriori categorie di docenti nella fascia aggiuntiva delle graduatorie ad esaurimento (GAE);
  • art. 6: è stata definita una nuova formulazione del comma 3-quater (comma 3-octies nel testo trasmesso dal Senato) relativo ai termini per la presentazione della documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni e alla possibilità di presentare una dichiarazione sostitutiva;
  • art. 6: i nuovi commi (3-sexies, 3-septies e 3-octies) differiscono o termini in materia di requisiti di ammissione all’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo (prova a carattere nazionale predisposta dall'INVALSI e attività nell’ambito dell'alternanza scuola-lavoro) e di utilizzo delle risorse stanziate per la Carta elettronica per l'aggiornamento e la formazione del docente di ruolo delle istituzioni scolastiche;
  • art. 9: i nuovi commi (2-septies e 2-octies) dispongono il rifinanziamento per il 2019 di interventi per la ripresa produttiva delle zone colpite dagli eventi sismici del 2016 e 2017; il nuovo art. 9-quater prevede l’estensione di misure di sostegno al reddito dei lavoratori in aree di crisi;
  • art. 11: è stata definita una nuova formulazione del comma 1-bis relativo all’attuazione del Fondo per l'erogazione di misure di ristoro in favore di risparmiatori;
  • art 13: è stata disposta la soppressione del comma 1-ter, sulla disciplina sugli spazi finanziari attribuiti alle regioni in quanto di contenuto sostanzialmente analogo alla disposizione contenuta al comma 1-bis.

In allegato il testo approvato dalla Camera dei Deputati ieri pomeriggio unitamente al Dossier con le Schede di lettura dei vari articoli.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa