Codice dei contratti: On line l’applicativo ANAC per le iscrizioni dei commissari di gara

10/09/2018

2.797 volte

A decorrere da oggi 10 settembre 2018, è possibile iscriversi all’Albo nazionale obbligatorio dei commissari di gara attraverso l’applicativo on line “Albo nazionale dei componenti delle commissioni giudicatrici”  L’albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni giudicatrici è istituito presso l'ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione) ai sensi dell’articolo 78 del Codice dei contratti di cui al D.Lgs. 50/2016. L’Autorità lo gestisce e lo aggiorna secondo criteri individuati nelle linee guida n. 5 a cui ha fatto seguito la delibera ANAC 18 luglio 2018, n. 648 recante "Istruzioni operative per l’iscrizione all’Albo nazionale obbligatorio dei commissari di gara e per l’estrazione dei commissari".

La prima pagina del servizio fornisce le istruzioni di base per accedere all’albo in qualità di esperto o di interessato. Gli esperti che intendono candidarsi devono essere in possesso di credenziali username e password rilasciate dall’Autorità, di una casella di posta elettronica certificata (PEC) e di un dispositivo di firma digitale.

Ricordiamo che all’atto della registrazione verrà richiesto l’inserimento del codice TRN (Transation Reference Number), a conferma del pagamento della tariffa di € 168,00 laddove dovuta ai sensi del DM del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 12 febbraio 2018.
Il versamento della tariffa dovrà essere effettuato mediante bonifico sul c/c bancario acceso presso il Monte dei Paschi di Siena, filiale di Roma sede, intestato all’Autorità nazionale anticorruzione (codice fiscale 97584460584) - IBAN: IT 92 E 01030 03200 000005748153 (BIC: PASCITMMROM). Nella causale dovranno essere riportate le seguenti informazioni: “Iscrizione Albo commissari - Codice fiscale del soggetto richiedente l’iscrizione - annualità 2019.”

Predisposta, anche, dall’ANAC la Guida utente di 12 pagine con il seguente commario

  • 1. Introduzione
  • 2. Iscrizioni
  • 2.1 Nuova iscrizione
  • 2.1.1 Sezione e sottosezione
  • 2.1.2 Profilo richiedente
  • 2.1.3 Requisiti tecnici/professionali
  • 2.1.4 Pagamento della tariffa di iscrizione
  • 2.1.5 Requisiti di idoneità morale
  • 2.1.5 Riepilogo e fine
  • 2.2 Gestione dell’iscrizione
  • 3. Consultazioni

Restano, in ogni caso, tutti i dubbi relativi:

  • al fatto che in un momento in cui si parla di rivisitazione del Codice dei contratti e, probabilmente, dell’eliminazione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa per le gare sotto soglia, le gare per le quali verrà richiesta la commissione di gara diventeranno un numero esiguo con la conclusione che sarà proprio un terno al lotto essere nominati all’interno delle commissioni di gara a fronte, invece di un versamento di 168,00 Euro che, invece, diventerà una tassa annuale quasi obbligatoria se si vuole mantenere l’iscrizione. Presumiamo, quindi, che nel caso di utilizzazione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa i professioni iscritti come commissari di gara avrenno limitare possibilità di essere sorteggiato e, quindi, potrebbero correre il rischio di pagare la tassa per molti anni senza avere di converso alcuna nomina;
  • alla sentenza del TAR Lazio che con l’Ordinanza 2 agosto 2018, n. 4710, ha sospeso compensi minimi fissati dal D.M. 12 febbraio 2018 (leggi articolo).

A cura di arch. Paolo Oreto

© Riproduzione riservata

Abusi Edilizi
Romolo Balasso

Edizione: dicembre 2018
Prezzo: € 34.00


PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa