Decreto emergenze: Circolare Inail con modello per la sospensione dei contributi

20/11/2018

1.727 volte

L’Inail con la Circolare n. 43 del 14 novembre 2018 recante “Eventi sismici del 21 agosto 2017 verificatisi nei territori dei Comuni di Casamicciola Terme, Forio e Lacco Ameno dell'isola di Ischia. Sospensione degli adempimenti e dei versamenti dei premi assicurativi. Interventi urgenti per il Comune di Genova. Sospensione delle cartelle di pagamento e dell’attività esecutiva” detta le indicazioni operative per l’applicazione della sospensione degli adempimenti e dei versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria in scadenza nel periodo dal 29 settembre 2018 e fino al 31 dicembre 2020.

L’agevolazione è stata introdotta dal decreto-legge 28 settembre 2018, n. 109 (cosiddetto decreto-emergenze) convertito dalla legge 16 novembre 2018, n. 130, nell’ambito delle misure adottate per far fronte all’emergenza determinata dal crollo del ponte Morandi a Genova e dal terremoto che ha colpito Ischia nel 2017.

Per quanto riguarda i comuni di Ischia colpiti dal terremoto del 21 agosto 2017 il decreto-legge, convertito dalla legge n. 130/2018, proroga ed estende l’ambito di applicazione di alcune agevolazioni introdotte dal Dl n. 148/2017 convertito dalla legge n. 172/2017 e dalla legge di bilancio 2018, relative a imposte sui redditi, Imu, Tasi e Tari.
Si stabilisce, inoltre, la sospensione dei termini per il pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali e la sospensione dei termini per la notifica delle cartelle di pagamento. Destinatari sono i datori di lavoro privati e i lavoratori autonomi, regolarmente iscritti all’assicurazione obbligatoria nella gestione Industria e alla gestione per l’assicurazione contro le malattie e le lesioni causate dall’azione dei raggi X e delle sostanze radioattive, operanti alla data del 21 agosto 2017 nei comuni di Casamicciola Terme, Forio e Lacco Ameno.

 Con la circolare, inoltre, viene anche approvato il modello per richiedere l’accesso ai benefici.

Per quanto riguarda, invece, la sospensione della notifica delle cartelle di pagamento, prevista dal decreto-legge n. 109 convertito dalla legge n. 130/2018 a favore dei comuni terremotati di Ischia e dei contribuenti danneggiati dal crollo del ponte Morandi e precisamente:

  • l’esenzione Irpef, Ires, Irap, Tasi e Imu per i fabbricati oggetto di ordinanze di sgombero;
  • l’esenzione da imposizione diretta dei contributi, degli indennizzi e dei risarcimenti ottenuti da privati a seguito del crollo del ponte Morandi;
  • l’esenzione dal pagamento dell’imposta di bollo e dell’imposta di registro per le istanze, i contratti e i documenti presentati alla Pa fino al 31 dicembre 2020, in conseguenza del crollo e relativi ai fabbricati oggetto di ordinanze di sgombero;
  • l’esenzione dall’imposta di successione, dalle imposte e tasse ipotecarie e catastali e dall’imposta di bollo per gli immobili demoliti o dichiarati inagibili a seguito del crollo;
  • la sospensione, fino al 31 dicembre 2019, dei termini di notifica delle cartelle di pagamento e dei termini delle altre attività di riscossione coattiva (la sospensione opera a favore di coloro che sono residenti o che hanno sede o unità locali negli immobili sgomberati o danneggiati a seguito del crollo),

nella Circolare n. 43 del 14 novembre 2018 è precisato che gli agenti della riscossione provvedono autonomamente a sospendere le notifiche delle cartelle di pagamento e l’attività esecutiva per i crediti dell’Inail.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa