La fatturazione elettronica tra privati alla luce del D.L. n. 119/2018

27/12/2018

2.179 volte

A pochi giorni dall'entrata in vigore dell'obbligo di fatturazione elettronica tra privati il Consiglio e la Fondazione Nazionale dei Commercialisti hanno pubblicato il documento "La fatturazione elettronica tra privati" al fine di fornire alcuni interessanti chiarimenti in merito alle recenti modifiche apportate dal Decreto-legge 23 ottobre 2018, n. 119 recante "Disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria" convertito in Legge dalla Legge di conversione 17 dicembre 2018, n. 136.

Il documento dei commercialisti, dopo una premessa, approfondisce l’ambito soggettivo, i requisiti e il contenuto della fattura elettronica con una analisi dei canali di trasmissione, emissione e ricezione. Spazio poi ad alcuni casi particolari. Sotto la lente dei commercialisti, le operazioni fuori campo e servizi di pubblica utilità, autofatture, fatture in reverse charge, immediate e differite. Una sezione è dedicata poi ai temi della registrazione, controlli del sistema di interscambio e scarto del file, conservazione. Focus sulle sanzioni e sulle modalità di conferimento/revoca delle deleghe agli intermediari e relativi adempimenti a carico. Completa il documento uno studio sulla trasmissione dei dati delle operazioni transfrontaliere e un capitolo sulle semplificazioni.

In allegato il documento predisposto dai commercialisti.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa