Regione siciliana: Fondo di rotazione per la progettazione

28/01/2019

2.045 volte

Il Dipartimento regionale tecnico ha predisposto la circolare 22 gennaio 2019, prot. 16319 recante “Fondo di Rotazione per la Progettazione - D.A. n. 72/Gab. D.A. 20 dicembre 2017 Attuazione del D.D.G. 8 novembre 2018, n. 446/DRT”.

Con la cirolare in argomento vengono fornite alcune informazioni e modalità operative al fine di dare la completa attuazione alle disposizioni concernenti il cd. “Fondo di Rotazione per la progettazione”.

Nella circolare è precisato che i soggetti ammessi ai benefici del “Fondo di Rotazione per la Progettazione” di cui agli Allegati “B” e “C” del D.D.G. 8 novembre 2018, n. 446/DRT (96 richieste per complessive 9.968.821,73 euro), che avrebbero poturo procedere alla predisposizione ed alla pubblicazione del bando di gara per l'affidamento dei servizi previsti o all’affidamento stesso, sin dalla avvenuta efficacia del predetto provvedimento amministrativo del 8 novembre 2018.

È, poi, comunicato che, al fine di dare impulso alle attività in argomento, per la pubblicazione del bando di gara per l'affidamento dei servizi previsti o all’affidamento stesso sono assegnati giorni 30 a partire dalla data di invio tramite PEC della presente ed ulteriori giorni 60 per l’espletamento della procedura di gara e quindi per la formalizzazione dell’affidamento medesimo. Il mancato rispetto dei termini come sopra impartiti comporterà la decadenza dai benefici e l’automatica esclusione, fatti salvi casi particolari adeguatamente giustificati con circostanziati rapporti motivati.

L'importo finanziato ai singoli enti locali, elencati negli allegati “B” e “C” al D.D.G. 8 novembre 2018, n. 446/DRT, sarà erogato in due soluzioni, di cui la prima in acconto pari al 50% dell'importo complessivo richiesto, successivamente all'avvenuta pubblicazione del bando di gara per l'affidamento dei servizi previsti o all’affidamento stesso. Il saldo sarà erogato, successivamente all'espletamento della gara per l'affidamento dei servizi previsti e comunque a seguito della rendicontazione di tutte le spese sostenute, sino alla concorrenza dell'importo complessivo richiesto al netto dei ribassi d'asta. La richiesta di erogazione dell’acconto pari al 50% dovrà pervenire tramite PEC, unitamente agli allegati comprovanti l’avvenuto rispetto degli adempimenti richiesti, all’indirizzo dipartimento.tecnico@certmail.regione.sicilia.it.

Da notare come del complessivo importo di 9.968.821,73 euro per 96 richieste, ben 4.050.312,71 per 38 richieste pari sia numericamente che per importo a circa il 40% del totale sono andati ai comuni della provincia di Messina che, invece, ha un numero di abitanti pari a circa il 12% di tutta la popolazione residente nella Regione siciliana.

In allegato, poi, l’elenco delle istanze presentate dall’1 al 17 dicembre 2018 che devono essere, a tutt’oggi, esaminate e che si riferiscono al bando di cui al D.A. n. 23 del 3 ottobre 2018.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa