Certezza dei pagamenti: si attendono provvedimenti attuativi e integrazioni alle piattaforme SUE

15/02/2019

1.993 volte

Grande soddisfazione da parte di tutti i professionisti del settore edile. Dopo un processo durato oltre 2 anni e grazie all'intervento di tutte le parti del mondo professionale, la Regione Siciliana ha approvato all'interno della nuova finanziaria un emendamento a tutela delle prestazioni professionali per attività espletate per conto dei committenti privati (cittadini e imprese) per le istanze relative al rilascio di titoli abilitativi edilizi e altre autorizzazioni di cui alla legge regionale n. 16/2016 di recepimento del D.P.R. n. 380/2001 (c.d. Testo Unico Edilizia).

Con questo emendamento la certezza dei pagamenti diventa legge e questo è il secondo ottimo risultato storico della Consulta degli Ordini degli architetti siciliani, dopo l’approvazione dei bandi tipo, con decreto assessoriale n. 50 Gab dello scorso 5 dicembre 2018, da parte della Regione siciliana insieme alle altre Consulte regionali delle professioni tecniche”.

Questo il primo commento di Alfonso Cimino, presidente dell’Ordine degli architetti di Agrigento, che ha sottolineto l'importanza della norma. "Siamo estremamente soddisfatti - prosegue Cimino - poiché la Sicilia si è dotata di uno strumento che mi piace definire di civiltà, secondo il quale i professionisti hanno certezza del proprio lavoro. Noi, come Ordine professionale, già nel luglio 2017 e nell’ottobre 2018, abbiamo richiesto con forza l’approvazione di questo emendamento sulla certezza dei pagamenti ai professionisti".

Raggiunto dai nostri microfoni il Presidente Cimino ha anche evidenziato la necessità di integrare la norma sia con quei provvedimenti attuativi necessari a renderla immediatamente applicabile sia con alcune modifiche alle piattaforme informatiche degli Sportelli Unici dell'Edilizia a cui vengono presentate le pratiche. "Sarà fondamentale integrare le piattaforme dei SUE in modo da poter allegare all'istanza la lettera di affidamento dell’incarico e la dichiarazione del professionista attestante il pagamento dell'onorario".

Sarà anche fondamentale chiarire immediatamente in dubbio, avanzato da più parti, se queste regole siano valide solo per i titolo edilizi rilasciati dalle amministrazioni o anche per le segnalazioni e comunicazioni rilasciate direttamente dai professionisti. La norma prevede, infatti, la sospensione dell'iter amministrativo in caso di mancata presentazione della lettera di incarico e dell'attestazione di pagamento. Nel caso, ad esempio, di una SCIA, che consente l'immediato avvio dei lavori, come si comporteranno i SUE? Nel caso la SCIA non sia stata corredata dai due documenti e l'Ente effettuerà un controllo, si dovranno sospendere i lavori?

È fuori ogni dubbio che la norma rappresenta un primo tassello nel grande mosaico che avrà il compito di ridare dignità alle professioni tecniche, ma è anche vero che sarà necessario intervenire per rendere la norma applicabile affinché non resti solo un provvedimento bandierina utile solo a smuovere un po' di aria attorno.

Di seguito il testo completo dell'emandamento approvato.

certezza pagamenti

A cura di Ing. Gianluca Oreto

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa