Come eliminare le crepe nel pavimento

08/05/2019

1.487 volte

Le crepe nei pavimenti non sono solo un problema estetico. Infatti quando alle crepe si aggiungono avvallamenti e depressioni del piano orizzontale originario ecco che il problema diviene più importante e deve essere risolto. In questi casi il cedimento è spesso causa di un dissesto del sottofondo del pavimento e ancor più grave se è il terreno sottostante a sprofondare.

È noto che la composizione del terreno è costituita da tre parti, ovvero da componenti solide, liquide e gassose. Quando l'equilibrio fra queste fasi viene meno lo stato fisico del terreno si modifica e possono verificarsi variazioni del volume e della resistenza meccanica del terreno con conseguenti cedimenti della superficie dove la comparsa delle fessure è soltanto l’ultimo dei sintomi visibili e spesso tardivi.

Infatti in molti casi poi, soprattutto negli edifici più vetusti, il pavimento è appoggiato direttamente sul terreno sottostante e privo di rinforzi strutturali. Le principali cause del cedimento dei pavimenti possono essere:

  • Alterazioni naturali del suolo,    dovute, ad esempio, a periodi di siccità o piogge intense;
  • Presenza di scavi profondi in prossimità della costruzione;
  • Presenza di vibrazioni da traffico o lavorazioni industriali nei dintorni dell’edificio;
  • Infiltrazioni di acque reflue o dispersioni di fluidi nel terreno;
  • carichi di esercizio eccessivi.

Quando in particolare il cedimento del pavimento si manifesta nelle attività produttive industriali o commerciali ecco che il dissesto può generare problemi di sicurezza e di efficienza della produzione. La presenza di macchinari vibranti, pesanti e ingombranti chiama ad intervenire con delle soluzioni mini invasive, veloci ed efficaci con un duplice obiettivo: stabilizzare il pavimento e riportarlo possibilmente in planarità orizzontale senza dover interrompere la produzione.

SOIL STABILIZATION è la risposta, grazie ad iniezioni di resine espandenti per il consolidamento di pavimentazioni residenziali, industriali, stradali e aeroportuali rigide o flessibili.

Geosec

La procedura prevede la realizzazione di una maglia mirata di piccoli fori ad attraversare la pavimentazione ceduta fino a raggiungere le zone depresse del sottofondo e del terreno causa del cedimento. A seguire i tecnici GEOSEC iniettano in modo mirato la resina espandente. Si tratta di una speciale resina non inquinante che una volta immessa nel sottofondo o nel terreno espande e indurisce consolidando e legando il materiale circostante.

Geosec

Nel caso di iniezioni più profonde anche su più livelli ecco che sono previste indagini geologiche preliminari ed in corso d’opera per la mappatura iniziale dei volumi di terreno cedevoli ed il successivo controllo del consolidamento. In tutti i casi un sistema di livelli laser di precisione millimetrica monitorizza il sollevamento delle pavimentazioni per prevenire danneggiamenti impropri e quando possibile ripristinare la planarità originaria orizzontale della superficie trattata. Tutti gli interventi GEOSEC vengono svolti in sicurezza ed in qualità grazie al sistema integrato di Gestione OHSAS 18001 e ISO 9001.

Per qualunque approfondimento il nostro ufficio tecnico è a vostra completa disposizione sia per sopralluoghi e preventivi gratuiti e senza impegno che nel supporto alla redazione dei progetti d’intervento. Maggiori informazioni sul sito GEOSEC.

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa