Costi chilometrici: Tabelle nazionali elaborate dall'ACI per il 2020

02/01/2020

3.165 volte
Costi chilometrici: Tabelle nazionali elaborate dall'ACI per il 2020

Sul supplemento ordinario n. 47 alla Gazzetta ufficiale n. 305 del 31 dicembre 2019 è stato pubblicato il Comunicato dell'Agenzia delle Entrate recante "Tabelle nazionali dei costi chilometrici di esercizio di autovetture e motocicli elaborati dall'ACI - Art. 3, comma 1, del decreto legislativo 2 settembre 1997, n. 314". Le tabelle si riferiscono ai costi chilometrici ed al Fringe Benefit per il 2020 per le seguenti categorie di autovetture e motocicli:

  • autoveicoli a benzina in produzione - importi validi sino al 30 giugno;
  • autoveicoli a gasolio in produzione - importi validi sino al 30 giugno;
  • autoveicoli a benzina-GPL, benzina-metano in produzione - importi validi sino al 30 giugno;
  • autoveicoli ibridi ed elettrici in produzione - importi validi sino al 30 giugno;
  • autoveicoli a benzina fuori produzione - importi validi sino al 30 giugno;
  • autoveicoli a gasolio fuori produzione - importi validi sino al 30 giugno;
  • autoveicoli a benzina-GPL, benzina-metano fuori produzione - importi validi sino al 30 giugno;
  • autoveicoli a benzina in produzione - importi validi dall’1 luglio;
  • autoveicoli a gasolio in produzione - importi validi dall’1 luglio;
  • autoveicoli a benzina-GPL, benzina-metano in produzione - importi validi dall’1 luglio;
  • autoveicoli ibridi ed elettrici in produzione - importi validi dall’1 luglio;
  • autoveicoli a benzina fuori produzione - importi validi dall’1 luglio;
  • autoveicoli a gasolio fuori produzione - importi validi dall’1 luglio;
  • autoveicoli a benzina-GPL, benzina-metano fuori produzione - importi validi dall’1 luglio;
  • autoveicoli ibridi ed elettrici fuori produzione - importi validi - importi validi dall’1 luglio;
  • motoveicoli - importi validi sino dall’1 luglio;

Ricordiamo che i costi chilometrici sono necessari per quantificare l'importo dei rimborsi spettante ai dipendenti o professionisti che utilizzano il proprio veicolo svolgendo attività a favore del datore di lavoro ed anche per la determinazione del fringe-benefit, cioè della retribuzione in natura che deriva dalla concessione in uso ai dipendenti dei veicoli aziendali che vengono destinati ad uso promiscuo per esigenze di lavoro e per esigenze private.
Le tabelle Aci del benefit auto sono predisposte sulla base di una percorrenza annua di 15mila chilometri che è quella prevista dal Fisco per il calcolo del reddito da indicare in busta paga.
Il fringe benefit annuale, riportato nelle ultime 4 colonne è ottenuto moltiplicando il costo al chilometro dell'autovettura interessata per 15mila e calcolando quindi il 25%, 30%, 40% e 50% del risultato, quote che la legge attribuisce all'uso privato da parte del dipendente.
E' possibile individuare i valori relativi ad ogni singolo veicolo, selezionando i seguenti parametri:

  • categoria di veicoli (autovettura, motociclo);
  • elenco marche (Alfa Romeo, Bmw, ecc..);
  • alimentazione (benzina, gasolio, ecc..);
  • autovetture in produzione e fuori produzione.

Sul sito dell'ACI, all'indirizzo internet www.aci.it è possibile effettuare il calcolo direttamente online.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa