La carta BTP dei lavoratori dipendenti che lavorano in Francia

Per lottare contro il lavoro illegale e la concorrenza sleale, la Francia ha introdotto una tessera di identificazione professionale nel settore dell'edilizia

24/02/2021
La carta BTP dei lavoratori dipendenti che lavorano in Francia

Per lottare contro il lavoro illegale e la concorrenza sleale, la Francia ha introdotto una tessera di identificazione professionale nel settore dell'edilizia residenziale (legge Macron n Strickless 2015-990 del 6 agosto 2015 per la crescita, l'attività e le pari opportunità economiche).

La tessera per l'edilizia

La tessera per l'edilizia è obbligatoria per tutti i lavoratori distaccati che compiono, dirigono o organizzano lavori di edilizia o lavori pubblici in Francia.

In concreto, tutte le persone interessate da questo obbligo legale devono essere in possesso, quando sono presenti in un cantiere, della loro carta personale per l'edilizia.

Gli addetti al cantiere possono essere in qualsiasi momento oggetto di un controllo da parte di ispettori dell'ispettorato del lavoro o di agenti del servizio delle imposte.

Ottenere una carta BTP

La richiesta di carta è completamente dematerializzata.

È indirizzata on-line sul sito dell'amministrazione francese, www.cartebtp.fr

In concreto, l'azienda deve semplicemente creare un account a suo nome e inoltrare la richiesta per ogni dipendente distaccato sul territorio francese.

Ovviamente, la richiesta deve essere presentata prima dell'inizio del contratto di distacco.

Le informazioni richieste per creare l'account sono:

  • numero di identificazione nel registro delle società dell'impresa;
  • la sede;
  • il nome e gli estremi del rappresentante legale e dell'amministratore dell’account.

L'impresa straniera ha il diritto di ricorrere ad un terzo dichiarante (mandatario) per creare il proprio account sul sito ufficiale dell'amministrazione francese ed effettuare le richieste di carte BTP dei propri dipendenti distaccati.

Inoltre le imprese devono in ogni caso designare un rappresentante in Francia quando distaccano personale salariato (non si tratta di un rappresentante legale dell’impresa ma di un soggetto, anche terzo, incaricato di interloquire con gli ispettorati del lavoro e di intrattenere a nome dell’impresa i rapporti con tali uffici.

Le società italiane interessate possono richiedere al Cabinet ASEA di Lione di farsi carico di queste pratiche amministrative, tenuto anche conto del fatto che i siti ufficiali da utilizzare sono scritti unicamente in francese.

La carta BTP deve essere richiesta dopo aver compilato la dichiarazione preliminare di distacco sul sito www.sipsi.travail.gouv.fr

Attenzione

La durata di validità della carta varia in funzione della situazione del lavoratore (lavoratore temporaneo, CDI, ecc.).

La carta è valida solo per la durata del distacco.

Una carta BTP è obbligatoria per ogni nuovo distacco.

Non appena la domanda e il pagamento della carta sono stati effettuati, la stessa viene inviata all'impresa.

In attesa di ricevere la carta BTP, un certificato provvisorio di identificazione (necessario a  provare l’avvenuta presentazione della domanda) è disponibile per il download sul sito (in versione PDF).

In caso di inadempimento di tale obbligo, l'impresa può essere sanzionata con una sanzione penale (ammenda).

Ricordiamo che i committenti e i committenti possono essere corresponsabili di tale obbligo. Essi hanno quindi l'obbligo di verificare che i dipendenti dei loro appaltatori e dei subappaltatori diretti o indiretti siano titolari di una carta BTP o di un certificato provvisorio.

Ottenere la carta BTP tramite un terzo dichiarante

Gli obblighi e le formalità di dichiarazione sono talvolta complessi e in rapida evoluzione. È quindi importante scegliere un terzo dichiarante che soddisfi i tre criteri seguenti:

  • una presenza in Francia;
  • un interlocutore che parla italiano. Scegliere un interlocutore che accompagni i propri clienti nella loro lingua madre è una condizione essenziale;
  • una vera esperienza. È importante conoscere perfettamente il diritto degli appalti pubblici e privati di lavori e avere l'abitudine di trattare controversie con le amministrazioni francesi.

Lo Studio ASEA società di avvocati specializzata in diritto degli appalti di lavori e diritto immobiliare, con sede a Lione e Torino può accompagnarvi per qualsiasi formalità amministrativa in caso di distacco di lavoratori in Francia.

GLI APPALTI PUBBLICI IN FRANCIA

Per maggiori informazioni sulla partecipazione agli appalti pubblici francesi CLICCA QUI

A cura di Maître Aldo SEVINO
Avvocato presso il Foro di Lione (Francia) e avvocato stabilito presso il Foro di Torino
Studio ASEA

Avvocato Nicola DURAZZO
Avvocato presso il Foro di Torino
Studio DURAZZO PELLIZZARO

© Riproduzione riservata