Agli Architetti italiani 15 Super Presidenti per tutelare la loro professione

L'Italia ha avuto sinora 11 presidenti della Repubblica in 66 anni di storia della Costituzione. Gli Architetti italiani, o meglio l'organo istituzionale che...

11/12/2014
© Riproduzione riservata
L'Italia ha avuto sinora 11 presidenti della Repubblica in 66 anni di storia della Costituzione. Gli Architetti italiani, o meglio l'organo istituzionale che li controlla (il Consiglio Nazionale degli Architetti P.P.C.), hanno ben 15 Presidenti che a vario titolo curano i diversi Dipartimenti di cui è composto il Consiglio.

Dal 2005 a seguito dell'introduzione del D.P.R. n. 169/2005, il mandato del Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori è passato da tre a cinque anni con una modifica che avrebbe dovuto lasciare perplessi un po' tutti gli iscritti. Si è, infatti, passati da un Consiglio composto da 11 elementi (1 Presidente, 1 Vicepresidente, 1 Segretario, 1 Tesoriere e 7 Consiglieri) ad uno composto da 15 (1 Presidente, 3 Vicepresidenti, 1 Segretario, 1 Tesoriere Presidente di Dipartimento e 9 Presidenti di Dipartimento). L'ultimo mandato 2010-2015 detiene il record (pronto per essere infranto alla prossima tornata elettorale) di 15 elementi con 1 Presidente, 1 Vicepresidente Presidente di Dipartimento, 1 Segretario Presidente di Dipartimento, 1 Tesoriere Presidente di Dipartimento e ben altri 11 Presidenti di Dipartimento.

Immagino già le sedute del consiglio. "Prego Presidente", "Si accomodi Presidente", "Prima lei Presidente", "O perbacco Presidente, il Governo ha previsto una nuova tassa per i giovani architetti", "Parliamo di cose serie Presidente", "Lei che fa a capodanno Presidente".

Cosa faranno tutti questi Presidenti all'interno dell'organo di controllo degli Architetti italiani?Di seguito una breve analisi.

Leopoldo Freyrie - Presidente del CNAPPC, conosciuto per il suo modo radical chic di vestire e per i suoi mille comunicati stampa in linea con la tendenza del Governo italiano che va avanti ad annunci sensazionali senza risultati concretamente utili.

Salvatore La Mendola - Vicepresidente e Presidente Dipartimento Lavori Pubblici, è l'emblema della politica italiana, il prototipo del direttivo ordinistico. Non scontenta mai nessuno. Verrà ricordato per le sue dichiarazioni a seguito dell'approvazione delle NTC in seno al C.S.L.P. (leggi news).

Franco Frison - Segretario e Presidente Dipartimento Accesso alla professione di cui non è dato sapere granché a parte che l'accesso alla professione di Architetto in Italia è ormai diventato affare di pochi.

Pasquale Felicetti - Tesoriere e Presidente Dipartimento Interni, definito il progetto di rete tra gli Ordini degli Architetti PPC italiani. Questo Dipartimento è stato strutturato e regolamentato per rispondere a una sempre maggiore necessità di presenza di idee e proposte da parte degli architetti, il più possibile condivise e comunque consapevolmente discusse, nel panorama legislativo italiano sempre più complesso e spesso ondivago nella individuazione degli strumenti normativi. Alzi la mano chi pensa siano soldi ben spesi.

Giorgio Cacciaguerra - Presidente Dipartimento Università Formazione e Tirocinio. Con l'avvento della Formazione Continua, volete che potevano farsi scappare l'istituzione di un dipartimento creato ad hoc per le esigenze formative degli Architetti italiani?

Pasquale Caprio - Presidente Dipartimento Lavoro, compensi e competenze professionali che dovrebbe occuparsi di compensi e competenze professionali, delle tematiche del lavoro dell'architetto in relazione alle sue specifiche competenze, con riferimento ai compensi di spettanza. Su questo dipartimento qualche dubbio l'ho. Ma è lo stesso CNAPPC che non si opposto recentemente alla sentenza dell'Antitrust contro gli Ordini di Roma, Torino e Firenze ( leggi news)?

Matteo Capuani - Presidente Dipartimento Progetto e Innovazione, anche su questo non abbiamo grandi informazioni.

Simone Cola - Presidente Dipartimento Cultura, Promozione e Comunicazione, dedicato agli eventi in materia di cultura architettonica promossi dal sistema ordinistico a livello nazionale, regionale e provinciale. Questo è forse il Dipartimento più interessante e funzionante dell'intero Consiglio, anche se oggi gli Architetti italiani preferirebbero avere meno mostre e più lavoro.

Ferruccio Favaron - Presidente Dipartimento Politiche Urbane e Territoriali, anche su questo le informazioni scarseggiano.

Raffaello Frasca - Presidente Dipartimento Deontologia Professionale e Presidente dell'Ufficio di Coordinamento. Forse il più simpatico dei componenti del Consiglio, verrà certamente ricordato per aver coordinato la campagna elettorale della compagine "Riprendiamoci il futuro" presentatasi alle ultime elezioni per il rinnovo del Consiglio provinciale di Palermo. A proposito, è stato deontologicamente corretto che un componente del CNAPPC sponsorizzasse una lista, presidiando l'Ordine da mattina a sera e distribuendo volantini elettorali?

Massimo Gallione - Presidente Dipartimento Ordinamento Professionale e vicepresidente nei Consigli 2001-2005 e 2005-2010. Volete che al suo terzo mandato consecutivo (come per l'attuale Presidente Freyrie), non avessero pensato ad un Dipartimento per renderlo finalmente Presidente?

Alessandro Marata - Presidente Dipartimento Ambiente e Sostenibilità, anche su questo non è possibile reperire molte informazioni dal portale istituzionale del CNAPPC.

Paolo Pisciotta - Presidente del costituendo Centro Studi, ultimamente preposto ad analizzare lo stato degli Architetti e a far vedere quanto oggi sia disgraziata questa professione, messa addirittura in omaggio in alcune promozioni commerciali (leggi news).

Domenico Podestà - Presidente Dipartimento Europa ed Esteri. Siamo in Europa, volete che non serva un dipartimento preposto alla promozione del valore sociale dell'architettura?suvvia, che domande sono!

Lisa Borinato - Presidente Dipartimento Professione iunior. Considerato il marasma in cui si trovano tutte le professioni tecniche che tra magistrali, iunior e tra un po' forse supergeometri, non sanno quale pesce pigliare, è stato creato un Dipartimento ad hoc sensibile alle difficoltà di lavoro dei giovani professionisti ed in linea con le politiche giovanili del Governo. Infatti chi è che non ha avuto il piacere di ascoltare le parole del Presidente Borinato dopo che il Governo ha deciso di tagliare le gambe ai giovani modificando il regime dei minimi (leggi news 1, leggi news 2).

Insomma, come avrete capito, gli Architetti italiani possono dormire sonni tranquilli, dalla loro hanno un super consiglio formato solo da Presidenti pronti a tutto per salvaguardare il loro futuro.