Anticorruzione L.190/2012 PNA e Decreti attuativi. Adempimenti obbligatori per i destinatari

La Legge 190/2012, il Piano Nazionale Anticorruzione (PNA) ed i successivi Decreti attuativi obbligano la pubblica amministrazione ad adottare Piani triennal...

11/02/2015
© Riproduzione riservata
La Legge 190/2012, il Piano Nazionale Anticorruzione (PNA) ed i successivi Decreti attuativi obbligano la pubblica amministrazione ad adottare Piani triennali di prevenzione della corruzione e le società private partecipate o controllate da Enti Locali nonché gli enti pubblici economici, ad adottare efficacemente un Piano di Prevenzione della Corruzione (entro il 31 gennaio di ogni anno), il Programma triennale per la trasparenza e l'integrità (da aggiornare annualmente), oltre ai previsti Codici di comportamento.

Il Piano Nazionale Anticorruzione (PNA) e le nuove Linee Guida (Protocollo di intesa del 15 luglio 2014) tra ANAC, Prefetture ed Enti Locali richiedono inoltre l'introduzione di adeguate misure organizzative e gestionali per la prevenzione degli eventi corruttivi che si rifacciano alle best practice tipiche del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo disciplinato dal D. lgs 231/2001 (responsabilità amministrativa degli enti in sede penale). Il 9 settembre 2014 l'ANAC ha quindi approvato il Regolamento in materia di esercizio del potere sanzionatorio per l'omessa adozione degli adempimenti obbligatori prevedendo l'irrogazione di una sanzione amministrativa, commisurata in concreto alla gravità dell'infrazione e correlata alla dimensione organizzativa dell'amministrazione ed al grado di esposizione di questa, o di sue attività, al rischio di corruzione.

Obiettivi
Illustrare in modo semplice l'articolato panorama normativo in materia, fornendo tutte le indicazioni pratiche e gli esempi concreti sui contenuti minimi dei Piani triennali di prevenzione della corruzione, e dei Piani di prevenzione della corruzione in ordine all'integrazione di questi ultimi con i Modelli di organizzazione e gestione previsti dal D.lgs n. 231/2001, utili per non incorrere nelle sanzioni previste.

Destinatari
Tutti gli Enti destinatari: P.A., Responsabili per la prevenzione della corruzione, enti pubblici economici, enti di diritto privato in controllo pubblico (le c.d. "partecipate").

Programma
Contesto giuridico:

- Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione" Legge 190/2012
- "Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni, approvato dal Governo il 15 febbraio 2013, in attuazione di commi 35 e 36 dell'art. 1 della l. n. 190 del 2012, decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33;
- Disposizioni in materia di inconferibilità e incompatibilità di incarichi presso le pubbliche amministrazioni e presso gli enti privati in controllo pubblico, a norma dell'articolo 1, commi 49 e 50, della legge 6 novembre 2012, n. 190, decreto legislativo 8 aprile 2013, n. 39;
- Codice di comportamento per i dipendenti delle pubbliche amministrazioni, approvato con d.P.R. 16 aprile 2013, n. 62 in attuazione dell'art. 54 del d.lgs. n. 165 del 2001, come sostituito dalla l. n. 190;
- Piano nazionale Anticorruzione approvato dal CIVIT l'11 settembre 2013.

Contesto operativo:
- Dettaglio sui chiarimenti introdotti dal Piano nazionale anticorruzione in relazione all'integrazione con il MOG ai sensi del D.lgs231/01;
- Analisi dei comuni requisiti richiesti per la predisposizione dei Piani triennali di prevenzione della Corruzione, Piani di prevenzione della corruzione e dei MOG ai sensi del D.lgs231/01;
- Dettaglio su cosa richieda il PNA in merito ai MOG per la prevenzione del rischio per gli enti pubblici economici e gli enti di diritto privato in controllo pubblico;
- Come integrare l'analisi del rischio già predisposta, il Codice Etico e il Modello in linea con le richieste del PNA;
- Requisiti del Responsabile Anticorruzione e dell'Organismo di Vigilanza
- Esempio di stesura di PTPC e Piano/Modello di prevenzione della corruzione utilizzando la documentazione già presente per l'applicazione del MOG ai sensi del D.lgs231/01;
- Esempio di integrazioni introdotte all'interno dell'analisi dei rischi e del Modello e collegamenti con gli altri sistemi introdotti nell'ente (Piano trasparenza, Piano performance etc.)

Quota di iscrizione
- Socio UNI (effettivo) € 425,00 + IVA
- NON Socio: € 500,00 + IVA
Tag:

Documenti Allegati

Link Correlati

Iscrizione online