BIM e Codice Appalti: Ingegneri rappresentati dentro la Commissione ministeriale

Gli ingegneri saranno rappresentati all'interno della Commissione tecnica del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti per la parte relativa all'introd...

08/09/2016
© Riproduzione riservata
BIM e Codice Appalti: Ingegneri rappresentati dentro la Commissione ministeriale

Gli ingegneri saranno rappresentati all'interno della Commissione tecnica del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti per la parte relativa all'introduzione del BIM con il nuovo codice degli appalti.

A confermarlo è il Presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri Armando Zambrano all'indomani della nota inviata al Ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio in cui si sollecitava la partecipazione degli Ingegneri all'interno della specifica commissione per le questioni legate agli adempimenti previsti dal codice degli appalti in tema di processi innovativi (BIM).

Non si è fatta attendere la risposta del coordinatore, il Provveditore Ing. Pietro Baratono, che ha integrato la commissione, già formata dai rappresentanti di alcune Università italiane, con la presenza del Presidente Zambrano in rappresentanza degli Ingegneri.

Mentre si parla di BIM e dei processi innovativi previsti dal nuovo Codice Appalti, registriamo la pubblicazione del primo bando di progettazione BIM oriented appaltato dalla Centrale Unica di Committenza fra i Comuni di Pozzuolo Martesana, Bellinzago Lombardo, Liscate, Vignate; per conto del Comune di Liscate.

BIM e digitalizzazione dell'ambiente costruito

BIM e digitalizzazione dell'ambiente costruito
Building Information Modelling e la digitalizzazione del settore delle costruzioni

Vai alla scheda tecnica

Il bando è relativo al servizio di progettazione definitiva, esecutiva, e coordinamento della sicurezza per la fase progettuale per l’intervento di “Nuova edificazione della scuola secondaria di primo grado di Liscate” da sviluppare con metodologia BIM e strumenti BIM‐BASED

Valore totale stimato
L’importo complessivo dell’appalto, pari a € 285.370,86 (IVA esclusa), così suddiviso nelle seguenti prestazioni ( CPV – Servizi di progettazione di edifici scolastici):

  • Progetto definitivo - Progetto dettagliato come descritto nell’allegato Capitolato informativo - € 154.655,54
  • Progetto esecutivo - Compreso piano di sicurezza e coordinamento in fase di progettazione e come descritto nell’allegato Capitolato informativo - € 130.715,32
    Gli importi dei lavori, suddivisi in base alle classi e categorie individuate sulla base delle elencazioni contenute nella tariffa professionale di cui al DM 31 ottobre 2013 n. 143 oggetto della progettazione e di cui allo schema di calcolo degli onorari sono i seguenti:
Servizi di architettura ed ingegneria ID Opere D.M. 143/2013
(CLASSI E CATEGORIE EX L. 143/49)
Valore
dell’opera
Onorari e spese
a base d’asta
Totale onorari
(con cassa e IVA)
Servizi di progettazione,
definitiva ed esecutiva
coordinamento sicurezza
in fase progettazione
E.08 ‐ opere edilizie
2.130.000,00
139.251,27
171.111,96
S.01 – strutture
600.000,00
41.725,74
51.272,59
IA.01 – impianti idraulici
150.000,00
15.624,85
19.199,82
IA.02 – impianti termici e solari
500.000,00
37.165,06
45.668,43
IA.02 impianti elevazione
40.000,00
5.110,13
6.279,33
IA.03 – impianti elettrici
450.000,00
46.493,80
57.131,58

Soggetti ammessi alla gara e prescrizioni generali
Sono ammessi a partecipare alla presente procedura i progettisti liberi professionisti, singoli o associati nelle forme di cui all'art. 46 comma 1 del D.lgs. n. 50/2016, iscritti agli albi professionali e per questo autorizzati all'esercizio della professione per la progettazione delle opere oggetto del bando. Non possono partecipare alla gara i soggetti che si trovino anche in una sola delle condizioni previste dall'art. 80 del D.lgs. n. 50/2016. Indipendentemente dalla natura giuridica del soggetto affidatario dell'incarico, lo stesso deve essere espletato da professionisti iscritti negli appositi albi previsti dai vigenti ordinamenti professionali, personalmente responsabili e nominativamente indicati già in sede di presentazione dell'offerta, con la specificazione delle rispettive qualificazioni professionali. Deve inoltre essere indicata, sempre nell'offerta, la persona fisica incaricata dell'integrazione tra le varie prestazioni specialistiche.
Ai sensi degli artt. 46 e 48 del D.lgs. n. 50/2016 sono ammessi a partecipare alla gara anche i raggruppamenti temporanei di professionisti.
E' altresì consentita la partecipazione ai consorzi stabili. Alle consorziate indicate per l'esecuzione è fatto divieto di partecipare, in qualsiasi altra forma, alla medesima gara

Per maggiori informazioni e scaricare gli allegati del bando CLICCA QUI

A cura di Redazione LavoriPubblici.it