Codice Appalti e Diretti Europee: dall'ANAC la commissione di studio per l'attuazione del nuovo Codice

Mentre siamo, ancora, in attesa del testo del Decreto Legislativo predisposto dal Governo in riferimento alla legge delega (legge n. 11/2016) che sostituirà ...

22/02/2016
© Riproduzione riservata
Codice Appalti e Diretti Europee: dall'ANAC la commissione di studio per l'attuazione del nuovo Codice

Mentre siamo, ancora, in attesa del testo del Decreto Legislativo predisposto dal Governo in riferimento alla legge delega (legge n. 11/2016) che sostituirà il Codice dei contratti (D.Lgs, n. 163/2006) ed i Regolamento di attuazione (D.P.R. n. 207/2010), il Consiglio dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), nella seduta del 17 febbraio 2016, al fine di procedere alla stesura dei provvedimenti normativi attuativi previsti dal nuovo codice dei contratti, ha deliberato di istituire una Commissione di studio che contribuisca all’elaborazione dei citati testi normativi.

Commissione di studio per l’attuazione del nuovo Codice dei contratti pubblici

I componenti della Commissione sono:

  • Cons. Michele Corradino, con funzioni di Presidente, Prof. Francesco Merloni, Prof.ssa Ida Angela Nicotra, Prof.ssa Nicoletta Parisi, Dott.ssa Angela Lorella Di Gioia, Dott.ssa Maria Luisa Chimenti e Dott. Alberto Cucchiarelli
  • Prof.ssa Barbara Lilla Boschetti
  • Cons. Giulia Ferrari
  • Cons. Elisa Grande
  • Cons. Francesco Lombardo
  • Pres. Saverio F. Mannino
  • Cons. Antonella Manzione
  • Prof. Alberto Massera
  • Avv. Carmela Pluchino
  • Prof.ssa Maria Alessandra Sandulli
  • Prof. Francesco Sciaudone
  • Prof. Saverio Sticchi Damiani
  • Prof.ssa Luisa Torchia

Nel decreto è precisato che l’incarico conferito è a titolo gratuito e non attribuisce diritto a compensi o gettoni di presenza mentre sono previsti i rimborsi spese e che, qualora se ne ravvisi l’opportunità, la  Commissione potrà avvalersi, per l’approfondimento di specifiche tematiche, della collaborazione di esponenti di altre amministrazioni pubbliche ovvero  di professionisti del settore privato di comprovata esperienza.

In allegato il testo integrale del decreto

A cura di Redazione LavoriPubblici.it