Commissioni giudicatrici di appalti: aperto l'elenco in Calabria

È stato pubblicato sul sito della Regione Calabria il bando contenente l'avviso per l'iscrizione nell'elenco di esperti (istituito con Decreto Dirigenziale d...

28/06/2016
© Riproduzione riservata
Commissioni giudicatrici di appalti: aperto l'elenco in Calabria

È stato pubblicato sul sito della Regione Calabria il bando contenente l'avviso per l'iscrizione nell'elenco di esperti (istituito con Decreto Dirigenziale del 21/07/2014, n .8779) per l'individuazione di componenti delle Commissioni giudicatrici degli appalti da aggiudicare con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, ovvero con il criterio del prezzo più basso di particolari categorie merceologiche, laddove è indispensabile la presenza di specifiche professionalità.

Per la presentazione della candidatura non è prevista alcuna scadenza al fine di rendere l’elenco di esperti sempre aperto a nuove iscrizioni. L’elenco sarà aggiornato trimestralmente, con apposito decreto, per l’inserimento di nuovi candidati in possesso dei requisiti che avranno presentato la domanda di iscrizione nell’elenco.

La presentazione della candidatura non comporta alcun diritto o aspettativa giuridicamente tutelata ai fini di una eventuale nomina. La SUA si riserva di individuare di volta in volta, i componenti delle commissioni, in base alle competenze e all’esperienza pregressa ovvero attraverso il sorteggio tra una rosa di nomi formato da un numero triplo di componenti da nominare.

Requisiti di ammissibilità

L'avviso è rivolto ai dipendenti a tempo determinato ed indeterminato dei soggetti obbligati ai sensi dell’art. 1 della legge regionale n. 26/2007, non già iscritti negli elenchi approvati dalla SUA che restano validi.

Ai fini della valutazione, costituiscono requisiti per l’ammissibilità:

  • possesso di Laurea magistrale o Laurea del vecchio ordinamento o diploma di scuola media superiore;
  • non aver riportato condanne penali che impediscono, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la collaborazione con Pubbliche Amministrazioni;
  • competenze ed esperienza pregressa nei campi:
    • ingegneristico relativamente alle categorie di opere di cui all'Allegato A) del D.P.R. 207/2010;
    • dei servizi non sanitari (pulizia, vigilanza, ristorazione, rifiuti speciali, lavanolo, etc.);
    • dei beni e servizi sanitari (biologia, farmacia, chirurgia, cardiologia, medicina di laboratorio);
    • economico-finanziario;
    • informatico.

Tutti i requisiti devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda di ammissione.