Comune di Roma Capitale: definito il nuovo Regolamento degli Appalti

Dopo gli accadimenti di Roma Capitale, la Giunta Capitolina ha approvato il 22 settembre 2015 il Regolamento dei contratti che in 80 articoli definisce le nu...

29/09/2015
© Riproduzione riservata
Comune di Roma Capitale: definito il nuovo Regolamento degli Appalti
Dopo gli accadimenti di Roma Capitale, la Giunta Capitolina ha approvato il 22 settembre 2015 il Regolamento dei contratti che in 80 articoli definisce le nuove regole degli appalti a Roma.

Il regolamento, che riprende disposizioni già operanti perché già presenti nel Codice dei contratti (D.lgs. n. 163/2006) e nel Regolamento di attuazione (D.P.R. n. 207/2010), contiene, però una novità di assoluta rilevanza relativa alla Centrale unica di committenza per la quale Alfonso Sabella, Assessore alla Legalità del Comune di Roma ha precisato: "Prima, ogni dipartimento, ufficio o municipio faceva come gli pareva. Ora, ci sarà un solo soggetto che bandirà le gare per 44 centri di spesa. E dentro ci sono anche importanti società controllate: Ama, Atac e Risorse per Roma. Questo non è un testo blindato - precisa - anzi voglio sapere che ne pensano le parti sociali e anche i municipi di Roma. Se arriveranno osservazioni corpose valide e importanti si può pensare anche a un secondo passaggio in giunta, altrimenti se si tratta di aggiustamenti, si può intervenire con emendamenti durante l'iter in Assemblea".

Successivamente all'approvazione del nuovo Regolamento da parte dell'assemblea, le norme modificheranno le regole relative a lavori, servizi e forniture ma l'Assessore Sabella ha precisato, anche, che sta lavorando a strutturare concretamente la centrale unica di committenza "che sarà un ente terzo, direttamente sottoposto al segretariato generale, e sarà affidata a un dirigente di alta levatura e comprovata competenza".

A cura di Gabriele Bivona
     

Documenti Allegati