Da lunedì soltanto 4 regioni in zona rossa

La nuova distribuzione delle Regioni dal 12 aprile 2021: 17 in zona arancione e 4 in zona rossa

di Redazione tecnica - 10/04/2021
© Riproduzione riservata
Da lunedì soltanto 4 regioni in zona rossa

Da Lunedì 12 aprile nessuna regione sarà in zona bianca o in zona gialla e l'Italia tornerà a colorarsi di arancione con qualche macchia di rosso con 17 regioni in arancione e 4 in rosso. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di regia riportate nel Report n. 47 ha, infatti, firmato le nuove Ordinanze volte a contenere la diffusione dell'epidemia da nuovo coronavirus.

Segnaliamo che nel Report settimanale n. 47 della Cabina di regia relativo al monitoraggio con i dati che si riferiscono alla settimana 29/3/2021-4/4/2021, aggiornati al 7/4/2021, l’indice Rt nazionale, restando al di sotto della soglia pari ad 1, continua a diminuire passando dal valore Rt=0,98 della settimana scorsa al valore valore odierno Rt=0,92.

Rt nazionale Report 47

Le nuove Ordinanze del Ministero della Salute

Le nuove ordinanze  sono state pubblicate sulla Gazzetta ufficiale n. 86 di oggi 10 aprile 2021, entrano in vigore lunedì 12 aprile e sono quelle, qui di seguito, riportate:

  • L’Ordinanza 9 aprile 2021 che dispone il passaggio dalla zona rossa alla zona arancione delle regioni Calabria, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Toscana  
  • l’Ordinanza 9 aprile 2021 che dispone il passaggio dalla zona rossa alla zona rossa per la Regione Sardegna.
  • Nessuna ordinanza, invece, per le Regioni:
    • Marche, Veneto e per la Provincia autonoma di Trento che restano in zona arancione
    • Campania, Puglia e Valle d’Aosta che restano in zona rossa
  • Nessuna ordinanza, invece, per le Regioni Abruzzo, Basilicata, Lazio, Liguria, Molise, Sicilia, Umbria, e per la Provincia Autonoma di Bolzano che sarebbero, non essendo sogette ad una specifica ordinanza, in zona gialla ma che, per effetto del Decreto-legge 1 aprile 2021, n. 44, sono transitate, automaticamente, sino al 30 aprile 2021 in zona arancione.

I provvedimenti fanno salve eventuali misure più restrittive già adottate sui territori.

Ripartizione delle Regioni e delle province autonome nelle due aree

Complessivamente, quindi, la ripartizione delle Regioni e Province Autonome nelle diverse aree in base ai livelli di rischio a partire dal 12 aprile 2021 è la seguente:

  • area bianca: nessuna regione
  • area gialla: nessuna regione
  • area arancione: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia,Marche, Molise, Piemonte, Sicilia, Toscana, Umbria, Veneto, Provincia Autonoma di Bolzano e Provincia autonoma di Trento..
  • area rossa: Campania, Puglia, Sardegna, Valle d’Aosta

Il caso della Regione Sardegna

Una segnalazione particolare per la regione Sardegna che passa da lunedì in zona rossa dopo essere stata l’unica regione italiana in zona bianca. Il colpo di grazia del Report di ieri della Cabina di regia che ha assegnato l’indice Rt=1,54, il più alto d’Italia. In poco più di un mese da unica regione italiana Covid-free e dopo essere transitata direttamente in zona arancione, passa da lunedì in zona rossa con tutte le relative limitazioni.

Probabilmente in Sardegna si chiedono perché ma la risposta è semplice ed il passaggio così repentino dalla zona bianca alla zona rossa non può che essere stata causata sia dal comportamento scorretto di singoli cittadini che hanno affollato bar e ristoranti e partecipato a cerimonie di tutti i tipi che non hanno limitato gli assembramentida sia da una campagna vaccinale in cui le defezioni relative al vaccino Astrazeneca hanno raggiunto alte percentuali.

Vai allo Speciale Coronavirus Covid-19