Costruzioni: A febbraio l’indice di fiducia delle imprese resta stabile

L’Istat ha diffuso la nota relativa al mese di febbraio 2017 relativa alla “Fiducia dei consumatori e delle imprese”. A febbraio 2017 il clima di fiducia dei...

27/02/2017
© Riproduzione riservata
Costruzioni: A febbraio l’indice di fiducia delle imprese resta stabile

L’Istat ha diffuso la nota relativa al mese di febbraio 2017 relativa alla “Fiducia dei consumatori e delle imprese”. A febbraio 2017 il clima di fiducia dei consumatori scende per il secondo mese consecutivo (da 108,6 a 106,6) mantenendosi su un livello inferiore a quelli di ottobre e novembre 2016 e tutte le componenti del clima registrano una flessione. Per quanto riguarda l’andamento dei prezzi al consumo si rileva un aumento della quota dei consumatori che ritengono i prezzi aumentati negli ultimi 12 mesi (da -28 a -16 il saldo) e un calo della quota di coloro che si aspettano un incremento nei prossimi 12 mesi (da -10 a -17).

Con riferimento alle imprese, nel mese di febbraio si registra un miglioramento della fiducia nel settore manifatturiero (l’indice passa da 105,0 a 106,3) e nel commercio al dettaglio (da 103,4 a 108,5 il relativo indice); nei servizi l’indice passa da 105,4 a 105,5. Situazione stabile del clima di fiducia per le imprese di costruzione per le quali l’indice del clima di fiducia nel mese di febbraio resta invariato a 123,9; nel comparto delle imprese di costruzioni l’unico indice del clima di fiducia che nel mese di febbraio ha un incremento è quello dell’ingegneria civile che si attesta a 126,3 rispetto a quello di gennaio che era pari a 121,6 con un margine positivo di quasi 5 punti.

La situazione migliore è quella delle imprese del commercio al dettaglio per le quali l’indice del clima di fiducia nel mese di febbraio migliora da 103,4 a 108,5 con un margimìne positivo di oltre 5 punti.

Analizzando il dettaglio delle imprese di costruzione è possibile affernmare che l’indice del clima di fiducia per le stesse rimane stabile a 123,9; peggiorano leggermente i giudizi sugli ordini e/o piani di costruzione mentre le attese sull’occupazione migliorano.

Analizzando il dettaglio settoriale, il clima scende nella costruzione di edifici (da 103,6 a 101,9) e nei lavori di costruzione specializzati (da 135,2 a 134,7) mentre sale nell’ingegneria civile (da 121,6 a 126,3).

I giudizi sugli ordini si deteriorano nella costruzione di edifici, migliorano nell’ingegneria civile e rimangono stabili nei lavori di costruzione specializzati; le attese sull’occupazione aumentano nella costruzione di edifici e nell’ingegneria civile ma sono in calo nei lavori di costruzione specializzati.

In allegato la nota Istat, il  Tavola 5 relativa al “Clima di fiducia delle imprese totale e per settore di attività economica”, la Tavola 10 relativa ai “Giudizi e attese delle imprese di costruzione su ordini e/o piani di costruzione e altre variabili” e le serie storiche.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it