Decreto Semplificazioni: Il testo coordinato del Codice dei contratti

è entrato in vigore il dl n. 76/2020 che contiene al Titolo I, Capo I negli articoli dall’1 al 9 la Semplificazioni in materia di contratti pubblici.

di Redazione tecnica - 22/07/2020
© Riproduzione riservata
Decreto Semplificazioni: Il testo coordinato del Codice dei contratti

Sperando di fare cosa gradita ai nostri lettori, pubblichiamo, in allegato, il testo del Codice dei contratti (Decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50) coordinato con tutte le modifiche introdotte sino al decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76 cosiddetto “Decreto semplificazioni”

Modifiche definitive

In particolare è possibile segnalare come le uniche modifiche definitive al codice dei contratti, contenute nel d.l. n. 76/2020, da qualche giorno in vigore e che, comunque, deve essere ancora convertito in legge, possono essere rilevate nei seguenti articoli:

  • art. 32 rubricato “Fasi delle procedure di affidamento”;
  • art. 38 rubricato “Qualificazione delle stazioni appaltanti e centrali di committenza”;
  • art. 80 rubricato “Motivi di esclusione”;
  • art. 83 rubricato “Criteri di selezione e soccorso istruttorio”;
  • art. 103 rubricato “Finanza di progetto”.

Si tratta, di modeste semplificazioni definitive, a confronto di quanti richiesto dagli operatori del settore, che lasciano irrisolti la maggior parte dei problemi evidenziati come problema per il blocco delle oepre pubbliche.

Modifiche a tempo

Alle modifiche definitive sopra evidenziate vengono, poi, inserite anche modifiche a tempo riscontrabili nei seguenti articoli:

  • art. 36 rubricato “Contratti sotto soglia”;
  • art. 37 rubricato “Aggregazioni e centralizzazione delle committenze”;
  • art. 59 rubricato “Scelta delle procedure e oggetto del contratto”;
  • art. 77 rubricato “Commissione giudicatrice”;
  • art. 93 rubricato “Garanzie per la partecipazione alla procedura”;
  • art. 97 rubricato “Offerte anormalmente basse”;
  • art. 107 rubricato “Sospensione”.

che si aggiungono alle precedenti modifiche a tempo introdotte dal decreto-legge 18 aprile 2019, n. 55 convertito dalla legge 14 giugno 2019, n. 55 e precisamente quelle relative ai seguenti articoli:

  • art. 21 rubricato “Programma degli acquisti e programmazione dei lavori pubblici”
  • art. 23 rubricato “Livelli della progettazione per gli appalti, per le concessioni di lavori nonché per i servizi”
  • art. 59 rubricato “Scelta delle procedure e oggetto del contratto”
  • art. 105 rubricato “Subappalto”.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it