Direzione lavori e Coordinamento sicurezza dei Lavori di completamento delle opere marittime esistenti

Procedura aperta per l'affidamento del servizio di direzione dei lavori e di coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dei «Lavori di completamento...

23/02/2016
© Riproduzione riservata
Direzione lavori e Coordinamento sicurezza dei Lavori di completamento delle opere marittime esistenti

Procedura aperta per l'affidamento del servizio di direzione dei lavori e di coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dei «Lavori di completamento delle opere marittime esistenti riguardanti il prolungamento della diga foranea dalla prog. 798,20 m alla prog. 1 150, realizzazione del molo sottoflutto dalla prog. 0 alla prog. 610 m e della banchina di riva».

Oggetto della procedura è l'individuazione di un soggetto a cui affidare il servizio di direzione dei lavori e di coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dei «Lavori di completamento delle opere marittime esistenti riguardanti il prolungamento della diga foranea dalla progr. 708,20 m alla progr. 1 150 m, la realizzazione del molo sottoflutto dalla progr. 0 m alla progr. 610 m e della banchina di riva».

Categoria di servizi n. 12: Servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria, anche integrata; servizi attinenti all’urbanistica e alla paesaggistica; servizi affini di consulenza scientifica e tecnica; servizi di sperimentazione tecnica e analisi

Ente Appaltante
Comune di Sant'Agata di Militello
Via Medici 259
98076 Sant'Agata di Militello (ME)
Telefono: +39 0941709232
Fax: +39 0941702754
Posta elettronica: areaediliziaprivata@pec.it
http://www.comune.santagatadimilitello.me.it

Luogo principale di esecuzione dei lavori, di consegna delle forniture o di prestazione dei servizi: Sant'Agata di Militello.

Codice CPV: 71330000

Quantitativo o entità dell'appalto: Valore stimato (IVA esclusa) 1 031 930,82 euro

Durata dell'appalto o termine di esecuzione: 850 giorni (dall'aggiudicazione dell'appalto)

Cauzioni e garanzie richieste
L'offerta deve essere corredata, a pena d'esclusione, da garanzia provvisoria di 20 638,61 EUR, pari al 2 % dell'importo a base d'asta, resa nelle forme e nei modi di cui al Disciplinare di Gara. La cauzione provvisoria costituisce garanzia anche ai fini del mancato versamento delle sanzioni pecuniarie di cui all'art. 38 comma 2-bis e all'art. 46 comma 1-ter del D.Lgs. 163/2006.

Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia
La spesa necessaria per l'acquisizione del servizio di che trattasi trova copertura sul finanziamento concesso dall'Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità — Dipartimento delle Infrastrutture e della Mobilità e dei Trasporti — giusto Decreto di finanziamento dell'opera (DDG n. 251/S5.02 del 18.2.2009) e successivo Decreto di impegno somme (DDS n. 3249 /S8 del 23.12.2010).

Condizioni particolari
In riferimento alla tipologia delle opere da eseguire, si stima che il personale tecnico occorrente, al netto di quello designato dalla stazione appaltante, sia pari minimo a 1 unità (qualora il direttore dei lavori possieda anche la qualificazione per ricoprire anche il ruolo di coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione) oppure a 2 unità (qualora il direttore dei lavori, non possedendo la qualifica adeguata per coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione, debba indicare un direttore operativo) articolate come specificato nel Disciplinare prestazionale all'art. 3, «lett. a) Definizione organizzativa».

Situazione personale degli operatori economici, inclusi i requisiti relativi all'iscrizione nell'albo professionale o nel registro commerciale
A) Soggetti ammessi alla procedura: Possono presentare offerta per l'affidamento delle prestazioni in appalto i soggetti di cui all'art. 90, comma 1, lettere d), e), f), f-bis), g) e h) del D.Lgs.163/2006, nonché gli operatori economici stabiliti in altri Stati di cui all'art. 47 del D.Lgs. 163/2006, in possesso dei requisiti stabiliti dalla normativa vigente e previsti nel presente Bando e nel Disciplinare di gara. Ai raggruppamenti temporanei di cui al comma 1, lettera g), dell'art. 90 sopra citato, si applicano le disposizioni dell'art. 37 del D.Lgs. 163/2006, secondo le modalità di partecipazione indicate nel Disciplinare di gara.
B) Requisiti per la partecipazione alla gara: come specificato al paragrafo VI del Disciplinare di gara;
C) Domanda di partecipazione, dichiarazioni e documentazione: come specificato ai paragrafi XI, XII, XIII, XIV e XV del Disciplinare di gara. In particolare, ai fini dell'ammissione alla procedura di gara, le imprese partecipanti sono tenute, a norma della L. 266/2005 e della deliberazione dell'Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici del 21.12.2011, al pagamento di un contributo pari a 140 EUR (euro centoquaranta/00) da effettuarsi entro la scadenza del termine per la presentazione delle offerte secondo le modalità riportate nel Disciplinare di gara.

Capacità economica e finanziaria
Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: I requisiti economico/finanziari e tecnico/professionali di cui all'art. 263, comma 1, del citato D.P.R. 207/2010 sono costituiti da:
a) fatturato globale per servizi di cui all'art. 252 del D.P.R. 207/2010, espletati negli ultimi 5 esercizi antecedenti la pubblicazione del Bando, per un importo pari ad almeno 2 volte l'importo a base d'asta (1 031 930,82 EUR x 2 = 2 063 861,64 EUR);
b) avvenuto espletamento, negli ultimi 10 anni, di servizi di cui all'art. 252 del D.P.R. 207/2010 relativi a lavori, appartenenti a ognuna delle classi e categorie dei lavori ai quali si riferiscono i servizi da affidare, individuate nella tabella riportata al paragrafo IV, del presente Disciplinare di gara, per un importo globale per ogni classe e categoria pari ad almeno 1 volta l'importo stimato dei lavori cui si riferisce la prestazione, calcolato con riguardo a ognuna delle classi e categorie:
ID Opere
DM 143/2013 Classe/Categoria
L. 143/1949 Categoria lavori Importo dei lavori oggetto dei servizi Requisito minimo
E.03 (edilizia) I/c OG1 4 362 610 EUR, 4 362 610 EUR
D.01 (idraulica) VII/c 0G7 32 228 449 EUR, 32 228 449 EUR
IA.01 (impianti) III/a 0G12 759 664 EUR, 759 664 EUR
IA.03 (impianti) III/c OG11 4 539 277 EUR, 4 539 277 EUR
c) avvenuto svolgimento, negli ultimi 10 anni, di due servizi di cui all'art. 252 del D.P.R. 207/2010 relativi ai lavori, appartenenti a ognuna delle classi e categorie dei lavori ai quali si riferiscono i servizi da affidare, come indicate nella tabella riportata al paragrafo IV del Disciplinare di gara, per un importo totale non inferiore a 0,50 volte l'importo stimato dei lavori cui si riferisce la prestazione, calcolato con riguardo a ognuna delle classi e categorie e riferiti a tipologie di lavori analoghi per dimensioni e per caratteristiche tecniche a quelli oggetto dell'affidamento:
ID Opere
DM 143/2013 Classe/Categoria
L. 143/1949 Categoria lavori Importo dei lavori oggetto dei servizi Requisito minimo
E.03 (edilizia) I/c OG1 4 362 610 EUR, 2 181 305 EUR
D.01 (idraulica) VII/c 0G7 32 228 449 EUR, 16 114 224,50 EUR
IA.01 (impianti) III/a 0G12 759 664 EUR, 379 832 EUR
IA.03 (impianti) III/c OG11 4 539 277 EUR, 1 269 638,50 EUR
d) numero medio annuo del personale tecnico utilizzato negli ultimi 3 anni (comprendente i soci attivi, i dipendenti, i consulenti su base annua iscritti ai relativi albi professionali e muniti di partita IVA e che firmino il progetto, ovvero firmino i rapporti di verifica del progetto ovvero facciano parte dell'ufficio di direzione lavori e che abbiano fatturato nei confronti dell'offerente una quota superiore al 50 % del proprio fatturato annuo, nonché i collaboratori a progetto in caso di soggetti non esercenti arti e professioni) pari a 2 volte le unità occorrenti per lo svolgimento dell'incarico, come stimate nel prosieguo del presente paragrafo.

Livelli minimi di capacità eventualmente richiesti: A) fatturato globale per servizi di cui all'art. 252 del D.P.R. 207/2010, espletati negli ultimi 5 esercizi antecedenti la pubblicazione del Bando, per un importo pari ad almeno 2 volte l'importo a base d'asta (1 031 930,82 EUR x 2 = 2 063 861,64 EUR);

Capacità tecnica
Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti:
Ai sensi della norma transitoria dell'art. 253, comma 15-bis, del D.Lgs. 163/2006, ai fini della dimostrazione dei requisiti di capacità tecnico/professionale ed economico/finanziaria, il periodo di attività documentabile è:
per il requisito di cui alla lettera d), quello relativo ai migliori tre anni del quinquennio precedente la data di pubblicazione del Bando di gara;
per il requisito di cui alla lettera a), quello relativo ai migliori cinque anni del decennio precedente la data di pubblicazione del Bando di gara.
Il possesso dei requisiti speciali del concorrente verrà sottoposto a verifica secondo la procedura di cui all'art. 48 del D.Lgs. 163/2006.
Al riguardo si precisa che i concorrenti dovranno produrre:
1. quanto al possesso dei requisiti di capacità economica e finanziaria:
— dichiarazione, sottoscritta in conformità alle disposizioni del D.P.R. 445/2000, concernente il fatturato globale d'impresa e l'importo relativo ai servizi nel settore oggetto della gara, realizzati negli ultimi 3 esercizi;
— bilanci o estratti dei bilanci;
2. quanto al possesso dei requisiti di capacità tecnico-professionale relativi all'espletamento dei servizi:
— i documenti di cui all'art. 42, comma 1, lettere a) e g), del D.Lgs. 163/2006;
3. quanto al possesso dei requisiti di capacità tecnico-professionale relativi al personale tecnico utilizzato:
— i registri, le certificazioni, i contratti idonei a comprovare l'esistenza del rapporto in forza del quale ne è avvenuto l'impiego.

Livelli minimi di capacità eventualmente richiesti
Numero medio annuo del personale tecnico utilizzato negli ultimi 3 anni (comprendente i soci attivi, i dipendenti, i consulenti su base annua iscritti ai relativi albi professionali e muniti di partita IVA e che firmino il progetto, ovvero firmino i rapporti di verifica del progetto ovvero facciano parte dell'ufficio di direzione lavori e che abbiano fatturato nei confronti dell'offerente una quota superiore al 50 % del proprio fatturato annuo, nonché i collaboratori a progetto in caso di soggetti non esercenti arti e professioni) pari a due volte le unità occorrenti per lo svolgimento dell'incarico, come stimate nel prosieguo del presente paragrafo.

I servizi attinenti all'architettura e all'ingegneria valutabili sono quelli di cui all'art. 263, comma 2, del D.P.R. 207/2010.

Tipo di procedura: Aperta

Criteri di aggiudicazione
Offerta economicamente più vantaggiosa in base ai criteri indicati nel capitolato d'oneri, nell’invito a presentare offerte o a negoziare oppure nel documento descrittivo

Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione: 19 aprile 2016 - ore 12:00

Informazioni complementari
1. Si procederà all'aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida; la stazione appaltante si riserva in ogni caso, mediante adeguata motivazione, di annullare e/o revocare il bando di gara, modificare o rinviare i termini, di non procedere all'aggiudicazione qualora sussistano o intervengano gravi motivi di interesse pubblico determinanti l'inopportunità di procedere all'affidamento, oppure se nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione all'oggetto del contratto, ai sensi dell'art. 81, comma 3, del D.Lgs. 163/2006, e/o non stipulare il contratto senza incorrere in responsabilità e/o azioni di richiesta danni, indennità o compensi di qualsiasi tipo nemmeno ai sensi degli art. 1337 e 1338 del codice civile.
2. Si procederà alla verifica delle offerte anormalmente basse secondo le modalità previste dall'art. 86, comma 2, dall'art. 87 e dall'art. 88, comma 7 del D.Lgs. 163/2006; resta comunque ferma la facoltà di cui all'art. 86, comma 3, del D.Lgs. 163/2006.
3. Il concorrente è vincolato all'offerta per 180 giorni dal termine indicato dal Bando per la scadenza della presentazione delle offerte, salvo richieste di proroga della stazione appaltante.
4. La stipulazione del contratto è subordinata al positivo esito delle procedure previste dalla normativa vigente in materia di lotta alla mafia, al positivo esito delle verifiche sui requisiti ai sensi dell'art. 11, comma 8, del D.Lgs. 163/2006, nonché al positivo esito dei controlli di cui all'art. 12 del D.Lgs. 163/2006.
5. Fatto salvo l'esercizio dei poteri di autotutela nei casi consentiti dalle norme vigenti e l'ipotesi di differimento espressamente concordata con l'affidatario, la stipulazione del contratto, ai sensi dell'art. 11, comma 9, del D.Lgs. 163/2006, avrà luogo entro il termine di 60 giorni dal momento in cui l'aggiudicazione definitiva sarà divenuta efficace.
6. Il corrispettivo relativo ai servizi in gara sarà liquidato proporzionalmente all'avanzamento dei lavori. In caso di inadempimento contrattuale, la Stazione appaltante si riserva di non procedere alla liquidazione sino alla regolare esecuzione delle prestazioni in relazione alle quali si è verificato il non corretto adempimento.
7. Il contratto in oggetto è soggetto agli obblighi in materia di tracciabilità dei flussi finanziari previsti dalla L. 136/2010.
8. La stazione appaltante si riserva la facoltà di applicare la previsione di cui all'art. 140 del D.Lgs. 163/2006.
9. Si precisa, ai sensi dell'art. 241, comma 1-bis, del D.Lgs. 163/2006, che il contratto non conterrà la clausola compromissoria e che per qualunque controversia relativa all'esecuzione del contratto sarà competente in via esclusiva il Foro di Patti.
10. Ai sensi e per gli effetti dell'art. 79, comma 5-quinquies, del D.Lgs. n. 163/2006, si precisa che, salvo i casi in cui il Bando e il Disciplinare di gara prevedono la pubblicazione sul sito internet del committente, tutte le comunicazioni saranno rivolte al domicilio che i concorrenti dovranno obbligatoriamente eleggere in sede di gara e potranno essere effettuate mediante fax o posta elettronica certificata (PEC) rispettivamente al numero e/o all'indirizzo che i concorrenti avranno l'obbligo di indicare in sede di gara e la cui effettiva indicazione varrà quale autorizzazione ai sensi e per gli effetti dell'art. 79, comma 5-bis, primo periodo, del medesimo decreto legislativo.
11. Eventuali modifiche al domicilio indicato, nonché del numero di fax o dell'indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) o problemi temporanei nell'utilizzo di tali forme di comunicazione, dovranno essere tempestivamente segnalate all'Area Edilizia Privata — Servizio Grandi Opere, diversamente, la stazione appaltante declina ogni responsabilità per il tardivo o mancato recapito delle comunicazioni.
12. In caso di raggruppamenti temporanei o consorzi ordinari, anche se non ancora costituiti formalmente, la comunicazione recapitata al mandatario capogruppo si intende validamente resa a tutti gli operatori economici raggruppati o consorziati.
13. In caso di avvalimento, la comunicazione recapitata al concorrente si intende validamente resa a tutti gli operatori economici ausiliari.
14. Il Responsabile Unico del Procedimento è l'Ing. Basilio Ridolfo, Responsabile dell'Area Edilizia Privata — Servizio Grandi Opere, Via Medici 259 — 98076 Sant'Agata di Militello, tel. 0941/709232; Fax. 0941/702754.
15. L'Ufficio della Stazione appaltante al quale possono essere richieste eventuali informazioni, è Area Edilizia Privata — Servizio Grandi Opere, Via Medici 259 — 98076 Sant'Agata di Militello, tel. 0941/709232; Fax. 0941/702754.