Impianti sportivi: Prorogata al 5 dicembre la scadenza per presentare le domande

L’Associazione Nazionale Comuni Italiani - ANCI e l'Istituto per il Credito Sportivo hanno sottoscritto il 14 luglio 2016 un Protocollo d’intesa (vedi news) ...

02/11/2016
© Riproduzione riservata
Impianti sportivi: Prorogata al 5 dicembre la scadenza per presentare le domande

L’Associazione Nazionale Comuni Italiani - ANCI e l'Istituto per il Credito Sportivo hanno sottoscritto il 14 luglio 2016 un Protocollo d’intesa (vedi news) che prevede tra l’altro la concessione di contributi in conto interessi sui mutui per impianti sportivi. Il termine per la presentazione delle domande è stato prorogato al 5 dicembre 2016.

I progetti definitivi o esecutivi per i quali è possibile richiedere l’ammissione a contributo devono essere relativi a: costruzione, ampliamento, attrezzatura, miglioramento, ristrutturazione, efficientamento energetico, completamento e messa a norma di impianti sportivi e/o strumentali all’attività sportiva, incluse le piste ciclabili, ivi compresa l'acquisizione delle aree e degli immobili destinati all’attività sportiva.

Nell’ambito del Protocollo è stato previsto un plafond di € 60.000.000,00 di mutui con quota interessi totalmente abbattuta, da stipulare entro il 31/12/2016, con la finalità di fornire un impulso all’economia attraverso gli investimenti nel settore dell’impiantistica sportiva e destinato a comuni e unioni dei comuni attraverso l’iniziativa “Sport Missione Comune” di cui:
- € 24 milioni di mutui per interventi realizzati dai piccoli comuni (fino a 5.000 abitanti). Ciascun comune potrà presentare più istanze, ognuna relativa ad un solo progetto o lotto funzionale, che godranno del totale abbattimento della quota interessi nel limite massimo complessivo di € 2 milioni di mutui;
- € 18 milioni di mutui per interventi realizzati dai comuni medi (da 5.001 a 100.000,00 abitanti non capoluogo) e dalle unioni dei comuni. Ciascun comune o unione dei comuni potrà presentare più istanze, ognuna relativa ad un solo progetto o lotto funzionale, che godranno del totale abbattimento della quota interessi nel limite massimo complessivo di € 4 milioni di mutui;
-  € 18 milioni di mutui per interventi realizzati dai comuni capoluogo. Ciascun comune potrà presentare più istanze, ognuna relativa ad un solo progetto o lotto funzionale, che godranno del totale abbattimento della quota interessi nel limite massimo complessivo di € 6 milioni di mutui.

Ciascun mutuo potrà godere del totale abbattimento degli interessi sino all’importo massimo di € 2 milioni. L’eventuale quota di ciascun mutuo eccedente l’importo di € 2 milioni godrà di contribuzione negli interessi dello 0,70%.

I mutui oggetto dell’avviso saranno a tasso fisso e avranno una durata massima di anni 15, nel caso in cui i mutui abbiano durate superiori, fino ad un massimo di anni 30, il contributo concesso a totale abbattimento della quota interessi sarà calcolato sulla durata di 15 anni e spalmato su tutta la durata del piano d’ammortamento.

Le istanze dovranno essere trasmesse, a mezzo di posta elettronica proveniente da casella PEC dell’Ente richiedente, all’indirizzo PEC icsanci@legalmail.it non oltre le ore 17 del 05/12/2016. Ciascuna istanza dovrà essere relativa ad un solo progetto o lotto funzionale e sarà esaminata a sportello fino ad esaurimento delle risorse stanziate.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it