Le Indagini diagnostiche sulle strutture lignee

La diagnostica è una fase preliminare fondamentale per la conservazione di una struttura in legno o in un qualsiasi altro materiale. Con la diagnostica è pos...

23/05/2017
© Riproduzione riservata
Le Indagini diagnostiche sulle strutture lignee

La diagnostica è una fase preliminare fondamentale per la conservazione di una struttura in legno o in un qualsiasi altro materiale. Con la diagnostica è possibile conoscere non solo lo stato attuale, ma anche l’evoluzione che la struttura ha subito nel corso della sua storia, ovvero, dalla sua messa in opera. Tale conoscenza permette di intervenire, qualora ci sia l’esigenza, in modo mirato attuando una scelta adeguata del tipo di intervento, dei materiali e delle metodologie da impiegare ottimizzando di conseguenza, tempi e costi.

Attualmente le strutture lignee sono distribuite su tutto il territorio nazionale nelle tipologie più varie: coperture di chiese, di palazzi, di torri, di edifici rurali e non, nonché solai e controsoffittature degli stessi, ma anche scale, loggiati, ponti, volte, ecc. Queste strutture sono spesso presenti sin dall’origine, talora con un elevato valore tecnico, culturale, storico ed artistico e per questo meritevoli di essere conservate.

Un’errata progettazione iniziale ed una scarsa manutenzione della struttura lignea fino al suo abbandono, spesso portano ad instaurare un processo di degrado meccanico (rotture, deformazioni, sconnessioni, ecc.) e biologico (organismi xilofagi quali funghi e insetti) irreversibile, tale da compromettere la sua funzione, utilizzazione e soprattutto la sua sicurezza. Tuttavia si riscontrano, a testimonianza della durabilità di questo materiale, anche strutture particolarmente antiche in cui il legname utilizzato si presenta in ottimo stato di conservazione: questo grazie a particolari accorgimenti attuati nelle fase di realizzazione dai carpentieri di allora e ad una successiva e duratura nonché adeguata manutenzione del complesso strutturale.

Di fronte ad una struttura lignea, indipendentemente dal suo stato di conservazione attuale, una accurata ispezione permette di individuare e raccogliere tutte le informazioni necessarie per una valutazione dell’idoneità statica, nonché per impostare un progetto di manutenzione, recupero o restauro della struttura stessa.

Nell’ambito delle strutture lignee, le norme principali alle quali il progettista deve far riferimento sono principalmente due:

  • la norma UNI 11119:2004 “Beni culturali. Manufatti lignei. Strutture portanti degli edifici – Ispezione in situ per la diagnosi degli elementi in opera.
  • la norma UNI 11138:2004 “Beni culturali. Manufatti lignei. Strutture portanti degli edifici – Criteri per la valutazione preventiva, la progettazione e l’esecuzione di interventi.

Scarica lo SPECIALE COMPLETO

A cura di Massimiliano LENZI
Dott. Forestale, libero professionista - http://www.mldiagnosticalegno.it