Milleproroghe 2015: Testo decreto-legge con proroga Sistri e anticipazione prezzo d’appalto

Sulla Gazzetta ufficiale n. 302 del 31 dicembre 2014 è stato pubblicato il decreto-legge 31 dicembre 2014, n. 192 recante “Proroga di termini previsti da dis...

02/01/2015
© Riproduzione riservata
Sulla Gazzetta ufficiale n. 302 del 31 dicembre 2014 è stato pubblicato il decreto-legge 31 dicembre 2014, n. 192 recante “Proroga di termini previsti da disposizioni legislative” cosiddetto “mille proroghe 2015”.
Di seguito alcune delle principali proroghe.

Sistri - Con il comma 3 dell’articolo 9 rubricato “Proroga di termini in materia ambientale “ slitta al 31 dicembre 2015 il termine entro il quale le aziende che si occupano di trasporto e smaltimento di rifiuti pericolosi dovranno abbandonare il vecchio sistema di tenuta dei registri di carico e scarico, l’aggiornamento del catasto rifiuti e le modalità di movimentazione tradizionali.. Al fine di consentire la tenuta in modalità elettronica dei registri di carico e scarico e dei formulari di accompagnamento dei rifiuti trasportati nonché l’applicazione delle altre semplificazioni e le opportune modifiche normative, i soggetti interessati avranno, dunque, altri 12 mesi di tempo. Restano in vigore soltanto le sanzioni relative al vecchio sistema di tracciabilità mentre arriva la moratoria per la mancata attuazione delle nuove regole.

Anticipazione del prezzo d’appalto - Con il comma 3 dell’articolo 8 rubricato “Proroghe di termini in materia di infrastrutture e trasporti” viene prorogata al 31 dicembre 2015 la norma contenuta nell’articolo 26-ter del decreto-legge 21 giugno 2013 n.69, convertito dalla legge 9 agosto 2013 n.98 e relativa all’anticipazione del 10% del prezzo d’appalto Idoneità tecnica ed organizzativa imprese - Con i commi 8 e 9 dell’articolo 8 rubricato “Proroghe di termini in materia di infrastrutture e trasporti” vengono prorogati, dal 31 dicembre 2014 al 30 giugno 2015 i termini previsti dall’articolo 189, comma 5, del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e sino al 31 diembre 2015 i termini dall’articolo 357, comma 27, del decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2010, n. 207. In pratica per le iscrizioni richieste e rinnovate fino al 30 giugno 2015 l’adeguata idoneità tecnica e organizzativa di cui al comma 3 dell’articolo 189 del codice dei contratti potrà essere sostituita dal possesso di attestazioni SOA per importo illimitato in non meno di un numero numero di categorie differenti in funzione della Classifica e, contestualmente, fino al 31 dicembre 2015, i soggetti in possesso di attestazioni SOA per classifica illimitata possono documentare l’esistenza del requisito a mezzo copia conforme delle attestazioni possedute

Mitigazione del rischio idrogeologico - Con il comma 2 dell’articolo 9 rubricato “Proroga di termini in materia ambientale “ slitta dal 31 dicembre 2014 al 28 febbraio 2015 il termine per la pubblicazione dei bandi di gara e per l’affidamento dei lavori relativi a interventi di mitigazione del rischio idrogeologico.

Prevenzione incendi strutture turistico-ricettive - Con il comma 2 dell’articolo 4 rubricato “Proroga di termini di competenza del Ministero Interno” viene prorogato al 31 dicembre 2015 il termine per completare l’adeguamento alle disposizioni di prevenzione incendi per le strutture ricettive turistico-alberghiere. Resta sempre in vigore il comma 2 dell’articolo 11 del decreto-legge 30 dicembre 2013, n. 150 (milleproroghe 2014) convertito dalla legge 27 febbraio 2014, n. 15 con cui viene demandato ad un decreto del Ministro dell’Interno l’aggiornamento delle regole tecniche di prevenzione incendi per la costruzione e l’esercizio delle attività turistico-alberghiere di cui al DM 9 aprile 1994 semplificando i requisiti ivi prescritti con la precisazione che detto decreto che doveva essere emanato entro 60 giorni dalla pubblicazione in gazzetta (30/12/2013) del citato decreto mille proroghe 2014 non è stato, a tutt’oggi, predisposto.

Concessioni autostradali - Con il comma 10 dell’articolo 8 rubricato “Proroghe di termini in materia di infrastrutture e trasporti” vengono assegnati ai concessionari autostradali altri sei mesi di tempo e, quindi, fino al 30 giugno 2015, per mettere a punto le proposte di integrazione fra diverse tratte che offrirebbe loro la possibilità di prorogare automaticamente e senza gara le concessioni a fronte di una promessa di nuovi investimenti. Con la stessa proroga anche il termine per i nuovi piani finanziari slitta dal 31 agosto 2015 al 31 dicembre 2015.

Documenti Allegati