Norme Tecniche Costruzioni: perché gli Architetti hanno votato l'approvazione?

Come mai Architetti e Ingegneri hanno votato l'approvazione delle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni nonostante sia passato il testo "A" (c.d. "Testo Br...

14/11/2014
© Riproduzione riservata

Come mai Architetti e Ingegneri hanno votato l'approvazione delle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni nonostante sia passato il testo "A" (c.d. "Testo Braga") che prevede la riduzione dei coefficienti per le azioni su particolari edifici?

Sono in molti a chiedere le motivazioni per cui Architetti e Ingegneri abbiano ancora una volta "calato la test" ad un testo che non recepisce nessuna delle loro proposte. A spiegare le sue motivazioni è l'arch. Rino La Mendola (vice-Presidente del CNAPPC) che in un'intervista telefonica alla testata Ingenio ha spiegato il suo punto di vista.

"Il CNAPPC ha votato a favore - ha spiegato il vice Presidente La Mendola a Ingenio - perché la nostra preoccupazione era che si prolungasse ulteriormente l'iter. E' passato il testo A, appoggiato dal nostro Consiglio, molto più innovativo. L'introduzione dei coefficienti ridotti per le verifiche negli edifici esistenti è corretta perché nasce dalla consapevolezza che non possiamo pretendere che le strutture esistenti siano paragonabili a edifici nuovi. Renderanno più fattibili gli interventi e questo ci consentirà di recuperare molti edifici, combattendo il fenomeno dell'abbandono a favore della riqualificazione del patrimonio esistente. La norma è chiara ma con questo testo il professionista è chiamato a una maggiore attenzione e un ruolo più importante".

Ti hanno convito le dichiarazioni dell'arch. La Mendola, lascia un commento e fai conoscere il tuo punto di vista.

Leggi gli altri articoli.
Il CSLP approva la nuova normativa
La dichiarazione di voto di Vittorio D'Oriano (Geologi)
Il commento di Gian Vito Graziano (Geologi)
Perché gli Architetti hanno votato l'approvazione?