Nuovo Codice Appalti, in attesa di un decreto coordinato con l'Avviso di rettifica

In un articolo del 18 luglio 2016, dando evidenza alla pubblicazione dell'Avviso di rettifica al D.Lgs. n. 50/2016 (c.d. Nuovo Codice Appalti), parlavamo di ...

05/10/2016
© Riproduzione riservata
Nuovo Codice Appalti, in attesa di un decreto coordinato con l'Avviso di rettifica

In un articolo del 18 luglio 2016, dando evidenza alla pubblicazione dell'Avviso di rettifica al D.Lgs. n. 50/2016 (c.d. Nuovo Codice Appalti), parlavamo di un "Nuovo Codice Appalti oltre ogni limite".

La notizia della pubblicazione di un avviso di rettifica che dopo quasi 3 mesi modificava il 44% dell'articolato con circa 170 modifiche su un testo composto da 220 articoli, aveva lasciato di stucco gli operatori del settore. In molti hanno chiesto la testa dei responsabili ammettendo che nel settore privato, simili inettitudini sarebbero state punite con un licenziamento in tronco.

A distanza di altri 82 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell'Errata Corrige non possiamo fare a meno di constatare che il Ministero delle Infrastrutture cui, in teoria, dovrebbe spettare la responsabilità e competenza della predisposizione di una legge che riguarda le infrastrutture ed i trasporti, non ha ancora predisposto un testo coordinato con tutte le modifiche.

La nostra redazione ha prontamente pubblicato il testo aggiornato del D.Lgs. n. 50/2016 (clicca qui), ci chiediamo però per quale motivo un professionista del settore non debba essere messo nelle condizioni di operare al meglio utilizzando uno strumento ufficiale piuttosto che testi predisposti da testate come la nostra.

Nell'attesa, vi informiamo che abbiamo aggiornato il nostro Speciale Codice Appalti inserendo l'ultimo provvedimento approvato dall'ANAC che riguarda le linee guida sull'Offerta economicamente più vantaggiosa ed ampliando la giurisprudenza.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

Link Correlati

Speciale Codice Appalti