Post Expo: pubblicato il bando per la Rigenerazione Urbana dell'Area ex Expo Milano 2015

Scade il 28 febbraio 2017 il bando per l’affidamento della ideazione, dello sviluppo e della gestione di un progetto di “Rigenerazione Urbana” dell’Area ex E...

10/01/2017
© Riproduzione riservata
Post Expo: pubblicato il bando per la Rigenerazione Urbana dell'Area ex Expo Milano 2015

Scade il 28 febbraio 2017 il bando per l’affidamento della ideazione, dello sviluppo e della gestione di un progetto di “Rigenerazione Urbana” dell’Area ex Expo Milano 2015.

Il bando in un unico lotto e a procedura ristretta (art. 61 del D.lgs. n. 50/2016), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Europea del 4 gennaio 2017, prevede la selezione di un operatore economico con il quale stipulare un Contratto Quadro, misto di appalto e concessione, suddiviso in due Fasi aventi ad oggetto:
Fase 1) un appalto di servizi avente ad oggetto le attività di advisory tecnica, economica e finanziaria, a supporto di Arexpo SpA per:
i) l'ideazione ed elaborazione del Masterplan per la «Rigenerazione Urbana» dell'intera Area ex Expo Milano 2015 (circa 1 000 000 m²), ivi includendo in via non esaustiva:

  • lo sviluppo del concept del «Parco della Scienza, del Sapere e dell'Innovazione», comprensivo dello Human Technopole, gestito dall'Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, e del Campus delle Facoltà scientifiche dell'Università Statale di Milano;
  • l'elaborazione del piano di valorizzazione delle opere esistenti all'interno dell'Area ex Expo Milano 2015;
  • l'elaborazione del piano dei servizi all'interno dell'Area ex Expo Milano 2015 e le modalità di gestione degli stessi;
  • la pianificazione urbanistica e temporale delle fasi progettuali volte all'attuazione degli interventi previsti nel Masterplan;
  • l'individuazione dettagliata del percorso amministrativo da seguire, anche in relazione agli strumenti e ai percorsi già attivi;
  • il piano di sviluppo del «Parco della Scienza, del Sapere e dell'Innovazione», comprensivo dello Human Technopole e del Campus delle Facoltà scientifiche dell'Università Statale di Milano,
  • il piano di valorizzazione e di dismissione delle aree non oggetto di concessione di cui alla Fase 2);

ii) l'elaborazione di un Piano economico e finanziario (Business Plan) dello sviluppo complessivo dell'intera Area ex Expo Milano 2015;
iii) la predisposizione del Piano economico e finanziario (Business Plan) di progetto per la parte di competenza del concessionario.

Fase 2)
i) una concessione per lo sviluppo e la gestione degli spazi con costituzione di un diritto di superficie, per una durata massima di 50 (cinquanta) anni, avente ad oggetto l'Area ex Expo Milano 2015, per la parte non riservata ad Arexpo SpA, per una estensione tale da attribuire una SLP (Superficie Lorda di Pavimento) di n. 250 000 m²;
ii) ad esito dell'affidamento, Arexpo SpA si riserva di estendere tale SLP sino ad un massimo di n. 480 000 m²;
iii) nell'ambito di tale fase, Arexpo SpA si riserva, altresì, di affidare al concessionario attività di supporto alla dismissione dei beni immobili riservati (dal Masterplan approvato) alla gestione della medesima Arexpo SpA e, quindi, non oggetto del rapporto concessorio.

Il predetto Contratto Quadro prevedrà in favore di Arexpo SpA una facoltà di recesso, da esercitarsi al termine della Fase 1), e con preavviso di almeno 30 (trenta) giorni, con conseguente possibilità, quindi, per Arexpo SpA, di non dare avvio ed esecuzione alle attività di cui alla Fase 2), senza oneri per la medesima Arexpo SpA.
Dell'intera Area ex Expo Milano 2015 (circa 1 000 000 m²) di cui al Masterplan oggetto di approvazione al termine della Fase 1) da parte di Arexpo SpA, in particolare, quest'ultima provvederà a svolgere in proprio le attività di gestione ad eccezione della parte di detta Area che potrà essere oggetto della concessione di cui alla Fase 2).
Per la parte in concessione, saranno dettate direttive ai fini delle eventuali attività di progettazione, di realizzazione e di gestione degli immobili e, più in generale, delle opere e delle aree ricadenti nell'Area ex Expo Milano 2015, da realizzarsi in conformità con quanto sarà previsto nel Masterplan approvato da Arexpo SpA in ordine alla «Rigenerazione Urbana» della predetta Area, ivi inclusa l'attuazione del Piano Industriale di progetto, ad eccezione tuttavia delle attività — da individuarsi secondo quanto stabilito nel contratto medesimo — che Arexpo SpA si riserva di gestire in proprio.
Rientrano, altresì, nell'oggetto della concessione di cui alla Fase 2):
i) la gestione degli spazi in concessione in ragione del Masterplan approvato da Arexpo SpA, ivi incluse le attività inerenti gli standard urbanistici, le strutture esistenti da rifunzionalizzare e le aree diverse, comprendenti le aree a parco;
ii) l'obbligo dell'operatore economico aggiudicatario di supportare Arexpo SpA, ove da questo richiesto, nella definizione della migliore strategia di gestione e sviluppo (ed eventualmente nell'attuazione della stessa) per quanto attiene le attività riservate alla medesima Arexpo SpA.
Quanto sopra dovrà essere eseguito nel rispetto dell'Accordo di Programma approvato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 7471 del 4.8.2011 (pubblicato sul BURL n. 32, Serie Ordinaria dell'8.8.2011), nonché del relativo Atto integrativo a detto Accordo di Programma, approvato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 432 del 30.5.2016 (pubblicato sul BURL n. 23, Serie Ordinaria del 6.6.2016) — peraltro, con riferimento alle aree a parco, queste verranno assegnate nel rispetto di quanto stabilito nel predetto Accordo di Programma — e, comunque, degli strumenti urbanistici applicabili, tutto come meglio specificato negli atti di gara.

Informazioni sulle varianti
Ammissibilità di varianti: sì

Quantitativo o entità dell'appalto
Valore stimato, IVA esclusa: 3 000 000 EUR

Opzioni
Come meglio verrà dettagliato nella Lettera di invito Arexpo SpA si riserva le seguenti facoltà:
i) di ricorrere all'art. 63, comma 5, del D.Lgs. n. 50/2016;
ii) di richiedere all'aggiudicatario, nel corso della durata del Contratto Quadro, di incrementare e/o ridurre le prestazioni oggetto del Contratto Quadro stesso fino alla concorrenza di un quinto dell'importo contrattuale, ai sensi dell'art. 106, comma 12 del D.Lgs. n. 50/2016, ai medesimi termini e condizioni contrattuali;
iii) di proroga del Contratto Quadro di cui all'art. 106, comma 11 del D.Lgs. n. 50/2016, limitatamente al tempo necessario alla conclusione delle procedure per l'individuazione di un nuovo contraente;
iv) per la Fase 2) Arexpo SpA si riserva, altresì, di concedere una proroga della durata massima della concessione, qualora i tempi di ammortamento dell'investimento del concessionario si protraggano, per atti e/o fatti non dipendenti da quest'ultimo, oltre la durata massima inizialmente stabilita.

Durata dell'appalto o termine di esecuzione: 612 mesi (dall'aggiudicazione dell'appalto)

Tipo di procedura: Ristretta

Criteri di aggiudicazione
Offerta economicamente più vantaggiosa in base ai criteri indicati nel capitolato d'oneri, nell’invito a presentare offerte o a negoziare oppure nel documento descrittivo

Responsabile del procedimento
È designato quale Responsabile del Procedimento, il Dott. Marco Carabelli, ai sensi e per gli effetti dell’art. 31 del D.lgs. n. 50/2016.

Richieste di chiarimenti
Eventuali informazioni complementari e/o chiarimenti sul contenuto del Bando di gara, del presente Documento descrittivo e degli altri documenti della procedura, potranno essere richiesti ad Arexpo S.p.A.
Le richieste, formulate in lingua italiana, dovranno essere trasmesse entro e non oltre il termine delle ore 12:00 del giorno 6 febbraio 2017, a mezzo PEC all’indirizzo arexpo@pec.arexpo.it.
Informazioni complementari
1. Ai sensi dell'art. 51 del D.Lgs. n. 50/2016, la presente procedura è indetta in un unico lotto in ragione dell'intrinseca unitarietà del progetto di valorizzazione, sviluppo e riqualificazione dell'Area ex Expo Milano 2015 e, quindi, della conseguente unitarietà dell'oggetto, articolato e complesso, e finalità delle prestazioni, che non consentono la suddivisione in lotti funzionali, né prestazionali; inoltre, il modello adottato consente di valorizzare economie di scala, nonché, comunque, di mantenere nella fase esecutiva i vincoli fissati nella fase programmatica di predisposizione e approvazione del Masterplan.
2. La presente procedura è disciplinata dal Bando di gara e dal Documento descrittivo e relativi allegati, da intendersi parte integrante e sostanziale del primo, pubblicato sul profilo del committente. Le specifiche prescrizioni riguardanti la procedura, le modalità di redazione della Domanda di partecipazione, il possesso e le modalità di attestazione dei requisiti minimi di ammissione, ivi incluso il caso di partecipazione in forma associata (R.T.I., Consorzio o GEIE), le modalità ed i termini di presentazione della Domanda di partecipazione, le cause di esclusione dalla gara e le altre informazioni, sono contenute nel Documento descrittivo. Le ulteriori specifiche riguardanti il dettaglio delle attività, il criterio di aggiudicazione, i criteri e gli elementi di valutazione delle offerte, le modalità di presentazione delle offerte, le modalità di partecipazione in caso di invito, le ulteriori cause di esclusione dalla gara e le altre informazioni saranno contenute, per quanto di competenza, nella Lettera di invito a presentare offerta e relativi allegati, che sarà inviata ai candidati in possesso dei predetti requisiti minimi di ammissione.
3. Ai sensi dell'art. 83, comma 5, secondo periodo, del D.Lgs. n. 50/2016, si precisa che gli importi dei fatturati richiesti, oltre ad essere coerenti con i criteri normativi, appaiono necessari al fine di dimostrare l'affidabilità del concorrente e la sua conseguente capacità di far fronte agli impegni economici derivanti dall'aggiudicazione, tutto come meglio precisato nel Documento descrittivo.
4. Nella Lettera di invito, inoltre, sarà prevista una o più soglia/e minima/e di punteggio tecnico (c.d. soglia/e di sbarramento) per l'ammissione alla valutazione economica; il mancato superamento anche solo di una delle predette soglie di sbarramento determina l'esclusione dalla gara.
5. Non è ammessa la partecipazione di concorrenti che si trovino tra loro in una delle situazioni di controllo di cui all'art. 2359 c.c. o in una qualsiasi relazione, anche di fatto, se la situazione di controllo o la relazione:
i) comporti che le offerte e/o le Domande di partecipazione sono imputabili ad un unico centro decisionale,
ii) abbia influito sulla formulazione dell'offerta. Saranno esclusi dalla gara i concorrenti per i quali si accerti che le relative offerte e/o le Domande di partecipazione sono imputabili ad un unico centro decisionale, sulla base di univoci elementi.
6. AI fini della partecipazione alla presente gara, tenuto conto di quanto previsto agli art. 67 e 80, comma 5, lettera e), del D.Lgs. n. 50/2016, negli atti di gara verranno indicati gli strumenti ed i presidi volti a fornire a tutti gli interessati i medesimi documenti e/o informazioni e/o dati già forniti all'operatore economico che ha supportato Arexpo SpA nella definizione delle Linee Guida per la redazione del Masterplan, ovvero che abbia partecipato alla Consultazione preliminare di mercato svolta da Arexpo SpA per la presente iniziativa, nonché le ulteriori cautele e misure adeguate atte a garantire che la concorrenza non sia falsata dalla eventuale partecipazione a dette gare dei soggetti che abbiano fornito documentazione, anche tecnica, o consulenza, o abbiano altrimenti partecipato alle predette procedure, tutto come meglio precisato nella documentazione di gara.
7. Nel corso della procedura ed anche in ragione di quanto previsto all'art. 165, comma 3, D.Lgs. n. 50/2016, Arexpo SpA si riserva la facoltà di indire, prima della scadenza del termine di presentazione delle offerte, una consultazione preliminare con gli operatori economici invitati a presentare le offerte, al fine di verificare l'insussistenza di criticità del progetto posto a base di gara sotto il profilo della finanziabilità, nonché, quindi, la facoltà di provvedere, a seguito della consultazione, ad adeguare gli atti di gara aggiornando il termine di presentazione delle offerte.
8. È ammesso il subappalto, ai sensi e nei limiti di cui all'art. 105 del D.Lgs. n. 50/2016, per le attività affidate in appalto come meglio verrà precisato nella Lettera di invito.
9. Le modalità di partecipazione in caso di raggruppamento temporaneo di imprese, aggregazioni tra imprese e consorzio sono disciplinate nel Documento descrittivo del Bando di gara; resta ferma la possibilità di partecipare alla presente procedura nelle altre forme previste dall'art. 45 del D.Lgs. n. 50/2016.
10. Arexpo SpA si riserva il diritto di:
a) non procedere all'aggiudicazione nel caso in cui nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione all'oggetto contrattuale,
b) procedere all'aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida,
c) sospendere, reindire o non aggiudicare la gara motivatamente,
d) non stipulare motivatamente il Contratto Quadro anche qualora sia intervenuta in precedenza l'aggiudicazione, fermo restando quanto previsto dal Documento descrittivo del presente Bando di gara, nonché, per quanto di competenza, dalla Lettera di invito a presentare offerta e relativi allegati.
11. I concorrenti, con la presentazione delle Domande di partecipazione e delle offerte, consentono il trattamento dei propri dati, anche personali, ai sensi della D.Lgs. n. 196/2003, per le esigenze della procedura e contrattuali.
12. Informazioni e chiarimenti sugli atti di gara possono essere richiesti a mezzo PEC all'indirizzo di cui al punto I.1), entro e non oltre il termine indicato nel Documento descrittivo del presente Bando di gara. I chiarimenti e/o le rettifiche agli atti di gara verranno pubblicati sul profilo committente di cui alla sezione I.1).
13. Sul profilo del committente, nella sezione «Bando Masterplan», sono presenti documenti di contesto relativo all'iniziativa, in ogni caso non vincolanti per Arexpo SpA.
14. È designato quale Responsabile del Procedimento per la presente procedura il Direttore Generale Arexpo SpA, dott. Marco Carabelli.
15. Il concorrente, all'atto di partecipare alla gara, è tenuto ad indicare nella Domanda di partecipazione il domicilio eletto per le comunicazioni, comprensivo dell'indirizzo di posta elettronica certificata presso il quale si autorizza espressamente l'invio delle suddette comunicazioni.
16. Nel Contratto Quadro che verrà stipulato all'esito della presente procedura, non sarà prevista la clausola compromissoria.
17. La sanzione pecuniaria ex art. 83, comma 9, del D.Lgs. n. 50/2016 è fissata nella misura di 5 000 EUR.
18. L'aggiudicatario e/o i suoi dipendenti e/o collaboratori a qualsiasi titolo sono tenuti a rispettare i precetti di cui al Codice Etico e MOG, pubblicati sul profilo del committente.
19. Si applica il divieto previsto dall'art. 53, comma 16-ter, del D.Lgs. n. 165/2001.
20. CIG: 6933037B1D.

Documenti Allegati