Processo Civile Telematico (PCT): rinvio all'1 gennaio 2017

La sottoscrizione digitale di tutti gli atti e i provvedimenti del giudice, dei suoi ausiliari, del personale degli uffici giudiziari e delle parti sarà obbl...

01/07/2016
© Riproduzione riservata
Processo Civile Telematico (PCT): rinvio all'1 gennaio 2017

La sottoscrizione digitale di tutti gli atti e i provvedimenti del giudice, dei suoi ausiliari, del personale degli uffici giudiziari e delle parti sarà obbligatoria a partire dall'1 gennaio 2017.

Avrebbe dovuto entrare in vigore l'1 luglio 2016, ma già dopo la pubblicazione del DPCM 14/02/2016, n. 40 recante "Regolamento recante le regole tecnico-operative per l'attuazione del processo amministrativo telematico" (Gazzetta Ufficiale 21/03/2016, n. 67) erano cominciate a circolare le prime indiscrezioni in merito ad un possibile slittamento delle tempistiche.

Con un provvedimento last minute le indiscrezioni hanno trovato conferma con la proroga all'1 gennaio 2017 per le disposizioni previste all'articolo 38, comma 1-bis, del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90 e per l'entrata in vigore delle regole tecnico-operative di cui al DPCM n. 40/2016.

È stato, infatti, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 151 del 30 giugno 2016 il Decreto-Legge 30 giugno 2016, n. 117 recante "Proroga di termini previsti da disposizioni legislative in materia di processo amministrativo telematico" che prevede le seguenti modifiche:

  • all'articolo 38, comma 1-bis, del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 114, e successive modificazioni, le parole: «dal 1° luglio 2016» sono sostituite dalle seguenti: «dal 1° gennaio 2017».
  • all'articolo 13, comma 1-bis, delle norme di attuazione di cui all'allegato 2 al decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104, e successive modificazioni, le parole: «fino alla data del 30 giugno 2016» sono sostituite dalle seguenti: «fino alla data del 31 dicembre 2016».
  • al processo amministrativo telematico di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 16 febbraio 2016, n. 40, è dato avvio alla data del 1° gennaio 2017.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

Documenti Allegati