REINVENTA: Un concorso internazionale di progettazione per i cavalcavia ANAS

ANAS Spa ha bandito il Concorso internazionale “Reinventa Cavalcavia”, con procedura aperta, finalizzato alla realizzazione di una idea progettuale, per la d...

30/11/2015
© Riproduzione riservata
REINVENTA: Un concorso internazionale di progettazione per i cavalcavia ANAS

ANAS Spa ha bandito il Concorso internazionale “Reinventa Cavalcavia”, con procedura aperta, finalizzato alla realizzazione di una idea progettuale, per la definizione e progettazione di una tipologia di “cavalcavia” da utilizzare per le diverse possibili intersezioni presenti sulla rete di competenza. Le linee guida per la progettazione, con la descrizione dei contenuti e degli obiettivi da perseguire, si trovano nel Documento Preliminare alla Progettazione allegato e parte integrante del disciplinare di concorso.
L’obiettivo del concorso di idee - ha spiegato il presidente di Anas, Gianni Vittorio Armani - è quello di dare forme nuove alle strade del futuro che, oltre ad essere in armonia con i nostri splendidi paesaggi, dovranno anche garantire una migliore viabilità al paese attraverso soluzioni innovative e sostenibili. Il cavalcavia che chiediamo di progettare in varie declinazioni dovrà rappresentare un elemento identitario della rete Anas, e diventare anche il simbolo della nuova filosofia di progettazione che intende creare un legame tra il territorio italiano e le strade che lo attraversano”.

I temi del Concorso sono articolati in temi principali e temi correlati.
I temi principali oggetto del Concorso sono i seguenti:

  • individuare soluzioni tecniche per i cavalcavia della rete autostradale e stradale ANAS adattabili e applicabili alle diverse esigenze che si presentano nella progettazione dei singoli interventi;
  • individuare soluzioni caratterizzate da elementi architettonici di pregio;
  • conferire un’immagine unitaria e riconoscibile alle diverse tipologie di strade ANAS.

I temi correlati oggetto del Concorso sono i seguenti:

  • valorizzare e promuovere forme di ricerca progettuale sul tema della strada nell’area italiana, caratterizzata da elementi paesaggistici-ambientali di pregio, attraverso azioni integrate e congiunte;
  • progettazione integrata con il contesto circostante;
  • comunicazione ambientale per la gestione dei conflitti ambientali e territoriali.


Il costo massimo della proposta progettuale per la tipologia di “cavalcavia” relativa alla singola opera comprensiva delle rampe e delle pertinenze deve essere pari a:

  • Euro 1.500.000,00 (esclusa IVA, nonché opere di fondazione) per i sovrappassi ordinari;
  • Euro 3.000.000,00 (esclusa IVA, nonché opere di fondazione) per i sovrappassi di svincolo.

Sono ammessi a partecipare al Concorso tutti i soggetti di cui agli artt. 90 lett. d), e), f), f-bis), g) e h) e 34 del D. Lgs. 163/06 e ss.mm.ii., nel rispetto delle prescrizioni poste dagli artt. 35, 36 e 37 del D. Lgs. 163/06 e ss.mm.ii., degli specifici limiti e divieti di partecipazione prescritti normativamente a pena di esclusione dal concorso e delle ulteriori condizioni previste nel Disciplinare di Concorso.

Le domande di partecipazione, comprendente la documentazione amministrativa e la proposta di progetto tecnico, dovranno essere presente esclusivamente per via elettronica sul portale internet https://acquisti.stradeanas.it, secondo le istruzioni contenute nel Disciplinare di Concorso entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 31/03/2016.
Il Concorso viene svolto con procedura aperta ed è articolato in due fasi:

  • la prima fase, in forma anonima per la proposta tecnica, è finalizzata a selezionare le migliori proposte progettuali, fino ad un massimo di 10 (dieci), da ammettere alla successiva fase;
  • la seconda fase, non in forma anonima, è finalizzata ad individuare la migliore proposta progettuale tra quelle (max 10) selezionate nella prima fase.

Sono ammessi a partecipare al Concorso tutti i soggetti di cui all’art. 90 del D.Lgs. 163/06 e s.m.i. comma 1, lett. d, e, f, f-bis, g, h, nel rispetto delle prescrizioni poste dal suddetto articolo e dalle ulteriori condizioni previste nei documenti di gara, con particolare riguardo agli specifici limiti e divieti di partecipazione prescritti normativamente a pena di esclusione dal Concorso.
I professionisti dipendenti di Enti Pubblici dovranno allegare la specifica autorizzazione alla partecipazione al Concorso da parte dell’Ente di appartenenza.
La partecipazione è aperta a professionisti appartenenti agli Stati membri dell'Unione Europea, regolarmente iscritti ai relativi Ordini Professionali secondo l’ordinamento dello Stato di appartenenza e a quanti posseggono l’abilitazione all’esercizio della professione in Italia, ai quali non sia inibito l’esercizio della professione alla data di pubblicazione dell’Avviso.

Le principali scadenze della procedura del Concorso sono le seguenti:

  • 7.01.2016 alle ore 13:00 - Termine per la ricezione delle richieste di chiarimento relative alla documentazione amministrativa ed agli elaborati da produrre nella prima fase
  • 17.03.2016 - Termine ultimo per le risposte alle richieste di chiarimento
  • 24.03.2016 alle ore 13:00 - Termine ultimo per la registrazione dei concorrenti
  • 31.03.2016 alle ore 13:00 - Termine ultimo per la ricezione della documentazione amministrativa e delle proposte progettuali relative alla prima fase
  • 03.05.2016 - Comunicazione esito prima fase
  • 05.05.2016 - Invito all’eventuale sopralluogo ed al seminario curato dall'Ente banditore. Il seminario si svolgerà a Roma presso ANAS
  • 25.08.2016 alle ore 13:00 - Termine ultimo per la ricezione dei progetti relativi alla seconda fase
  • 30.09.2016 - Comunicazione dell’esito finale del Concorso


In allegato il Bando ed il Disciplinare di concorso

 

 

A cura di Redazione LavoriPubblici.it
     

 

 

Documenti Allegati

Link Correlati

Anas