Ritardi nei pagamenti: I crediti certificati, una soluzione pratica per le imprese

Tempi di pagamento lunghi e ritardi sono purtroppo spesso una realtà per le aziende che vantano crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione. Come r...

22/02/2017
© Riproduzione riservata
Ritardi nei pagamenti: I crediti certificati, una soluzione pratica per le imprese

Tempi di pagamento lunghi e ritardi sono purtroppo spesso una realtà per le aziende che vantano crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione.
Come riscuotere questi crediti nel più breve tempo possibile? Con i crediti certificati.
Ecco alcune indicazioni utili in merito alla procedura.

Le imprese che lavorano per la Pubblica Amministrazione si trovano frequentemente in difficoltà a causa dei ritardi nei pagamenti, che non consentono loro di lavorare con serenità e continuità.
Secondo una ricerca della CGIA di Mestre, il debito della Pubblica Amministrazione nei confronti dei suoi fornitori ammonta a circa 65 miliardi di euro, dei quali 34 legati a ritardi nei pagamenti, con una media di circa 131 giorni in più alla scadenza del pagamento. Tutto questo nonostante le direttive europee del 2013 prevedano il pagamento entro un massimo di 30 giorni, con deroghe di 60 solo per la Sanità e alcuni casi specifici.
I crediti certificati diventano, quindi, un’importante supporto al lavoro di queste imprese: per favorire lo smobilizzo dei crediti vantati, la Pubblica Amministrazione è infatti tenuta a certificare, partendo dall’esplicita richiesta del fornitore, la relativa fattura.
Ottenuta la certificazione, le aziende possono ottenere l’anticipo del credito attraverso il servizio TiAnticipo di Banca IFIS Impresa: uno strumento che permette di trasferire i crediti vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione alla banca ottenendo liquidità in tempi rapidi.
La certificazione del credito si può richiedere attraverso una semplice procedura, totalmente gratuita e attivabile online, nella piattaforma elettronica per la certificazione dei crediti (PCC) del Ministero.
Per quelle aziende che non conoscono ancora la procedura Banca IFIS Impresa ha anche creato un ebook dedicato, La guida al credito certificato. La guida offre non solo la possibilità di avere una panoramica della procedura di certificazione per le aziende vantanti crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione ma anche una sezione per richiedere l’anticipo.
L’anticipo dei crediti permette di avere liquidità immediata, un valido aiuto alle aziende che possono così lavorare serene e offrire un servizio migliore.

 

Tag: