Scuole innovative: I 50 vincitori del maxi-concorso

Meglio tardi che mai. Giunge al traguardo, dopo oltre un anno e mezzo dalla pubblicazione del Bando, il concorso di idee per selezionare 50 scuole innovative...

07/11/2017
© Riproduzione riservata
Scuole innovative: I 50 vincitori del maxi-concorso

Meglio tardi che mai. Giunge al traguardo, dopo oltre un anno e mezzo dalla pubblicazione del Bando, il concorso di idee per selezionare 50 scuole innovative. Nell'ultima seduta pubblica della Commissione giudicatrice,  svoltasi ieri presso la sede del ministero dell'Istruzione, sono stati infatti ufficializzati i nomi dei progettisti selezionati dalla commissione relativi ai 50 progetti vincitori del bando internazionale #ScuoleInnovative per la costruzione di scuole sostenibili, all’avanguardia, a misura di studente, grazie a un finanziamento di 350 milioni di euro previsto dalla legge 107 del 2015, la “Buona Scuola”.

Il concorso di idee - la cui procedura si è svolta on line - era aperto a ingegneri, architetti, singoli o associati, società di ingegneria e società professionali. Ai partecipanti è stato chiesto di immaginare istituti dotati di spazi didattici innovativi, ad alta prestazione energetica, con aree verdi fruibili. Le nuove scuole saranno veri e propri civic center, punti di riferimento per il quartiere e la città in cui sorgeranno: si tratta di istituti aperti al territorio, i cui ambienti favoriranno la didattica migliore e l’utilizzo di spazi per la cittadinanza.

Soddisfatta la commissione giudicatrice nominata con decreto del marzo scorso e formata da un team di esperti interdisciplinare (Ing. Marco Bartoloni, per il Consiglio nazionale dell’ordine degli ingegneri; Arch. Laura Galimberti, per la Struttura di missione per il coordinamento e impulso nell’attuazione di interventi di riqualificazione dell’edilizia scolastica; Arch. Benedetta Tagliabue, come rappresentante del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca; Prof.ssa Maura Striano, docente di pedagogia generale e sociale presso l’Università degli studi di Napoli “Federico II”; Arch. Werner Tscholl, per il Consiglio nazionale dell’ordine degli architetti), che ha valutato 1.238 progetti: tutti, infatti, rispondevano ai criteri di innovazione espressamente richiesti dal bando, per favorire una nuova idea di edilizia scolastica.

Partire da 50 esempi per replicare un nuovo modello di scuola sicura ed innovativa anche grazie alla collaborazione delle Amministrazioni locali più lungimiranti e attraverso lo strumento del concorso di idee, modalità innovativa per la Pubblica Amministrazione: coinvolgere i talenti migliori, sia a livello nazionale che internazionale.

In allegato l’elenco dei progetti vincitori

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

Documenti Allegati