Torno Subito 2015: scade il 6 luglio 2015 il Programma di interventi per studenti e laureati

Borse di studio fino a 12.000 euro per progettisti under 35 residenti o domiciliati da almeno 6 mesi in Regione Lazio per coprire le spese del master, viaggi...

25/06/2015
© Riproduzione riservata
Torno Subito 2015: scade il 6 luglio 2015 il Programma di interventi per studenti e laureati
Borse di studio fino a 12.000 euro per progettisti under 35 residenti o domiciliati da almeno 6 mesi in Regione Lazio per coprire le spese del master, viaggi, vitto e alloggio, nonché il rientro negli studi di architettura romani da 3 a 6 mesi con un rimborso di 600 Euro/mese.

E', infatti, attiva una partnership con la Regione Lazio per il programma "Torno Subito".

"Torno Subito" è un'iniziativa ideata dalla Regione Lazio con lo scopo di indirizzare le risorse del FSE verso il potenziamento del capitale umano consentendo a diplomati (per la sola linea sperimentale professioni cinematografiche), studenti universitari, studenti e diplomati ITS e laureati, residenti o domiciliati nella Regione Lazio, di migliorare i loro percorsi di apprendimento, attraverso importanti esperienze integrate di studio e di lavoro fuori dalla regione, sia in Italia che all'estero. L'obiettivo è anche quello di creare un legame diretto con il mondo del lavoro con il coinvolgimento attivo di imprese, realtà del terzo settore, mondo universitario e della ricerca.

Con l'Avviso "Torno Subito", del 28 febbraio 2014, l'Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola, Università della Regione Lazio ha lanciato, in via sperimentale, un "piano di sviluppo" dei percorsi di alta formazione e di sperimentazione di esperienze professionali a valenza formativa. In questa prima edizione sono stati avviati e gestiti a regime 447 progetti la cui conclusione è prevista per settembre 2015. Si tratta di progetti formativi svolti in altre realtà nazionali e all'estero che rappresentano uno strumento innovativo per favorire la creazione di migliori opportunità per un qualificato e duraturo inserimento occupazionale all'interno del tessuto produttivo regionale.

La positiva esperienza dell'iniziativa, cofinanziata nel 2013 con il Programma Operativo Regionale FSE 2007-2013 ha indotto la Regione Lazio a prevedere nel POR FSE 2014-2020, la possibilità di cofinanziare "Torno Subito" quale "modello di intervento strutturato per il miglioramento e la promozione sistematica delle competenze di studenti e laureati verso il mondo del lavoro".
Nello sviluppare la strategia ed i contenuti del POR FSE 2014-2020, la Regione Lazio ha esplicitamente previsto la possibilità di interventi capaci di integrare l'esigenza del miglioramento delle competenze di studenti universitari e laureati con una maggiore e più qualificata possibilità di inserimento nel mondo del lavoro. In particolare, si fa riferimento alla "priorità di investimento 10.ii" Miglioramento della qualità e dell'efficacia dell'istruzione superiore e di livello equivalente e l'accesso alla stessa, al fine di aumentare la partecipazione e i tassi di riuscita, specie per i gruppi svantaggiati, "obiettivo specifico, 10.5" Innalzamento dei livelli di competenze, di partecipazione e di successo formativo nell'istruzione universitaria e/o equivalente.

La declinazione nel POR FSE delle azioni dell'Accordo di Partenariato prevede la realizzazione di interventi per l'inserimento lavorativo dei giovani, attraverso azioni di formazione/lavoro, in Italia e all'estero che prevedano anche l'ampliamento di reti di cooperazione con organismi e istituzioni dei Paesi europei ed extraeuropei. Si prevede inoltre, il rafforzamento del raccordo con il tessuto produttivo locale nonché azioni di potenziamento del raccordo fra Università e imprese.

Con l'iniziativa "Torno Subito" la Regione Lazio vuole quindi, indirizzare per la prima volta ed in maniera consistente, strutturata e diretta, le risorse del Fondo Sociale Europeo verso lo sviluppo del capitale umano, in particolare, degli studenti universitari e laureati che costituiscono un patrimonio da valorizzare ed un fattore indispensabile per favorire, in prospettiva, i processi di rilancio dell'economia regionale.

Il modello "Torno Subito" nelle edizioni previste con il cofinanziamento FSE nella programmazione 2014-2020, prevede un sistema di governance che identifica quale beneficiario dell'operazione, Laziodisu, Ente per il Diritto agli Studi Universitari nel Lazio. Si rafforza inoltre la rete partenariale di soggetti pubblici e privati coinvolti anche nel quadro di specifici protocolli di intesa per agevolare e meglio accompagnare lo svolgimento dell'esperienza lavorativa nel Lazio.

In continuità con la prima edizione, i destinatari finali dell'intervento, studenti universitari e laureati, potranno indirizzare il proprio percorso formativo secondo un'articolazione in due fasi, la prima destinata ad un percorso di studio o esperienza lavorativa fuori regione, la seconda destinata al reimpiego delle competenze all'interno della regione con lo svolgimento di tirocini e/o attività di ricerca.

Nella edizione 2015, sono previste invece, quattro linee progettuali:
1."Torno subito Italia-TSI" caratterizzata dalla Fase (1) fuori dalla regione Lazio, svolta in altre regioni italiane per un periodo da 3 a 6 mesi;
2."Torno Subito Estero-TSE" caratterizzata nella Fase (1) fuori dalla regione Lazio da un periodo di permanenza, fuori Italia, da 3 a 6 mesi;
3."Torno Subito Formazione Lunga - TSFL" caratterizzata nella Fase (1) fuori dalla regione Lazio, da un periodo di permanenza in Italia o all'estero, soltanto per studio e formazione, da 7 a 12 mesi;
4."Torno Subito Professioni cinematografiche - TSPC" caratterizzata nella Fase (1) fuori dalla regione Lazio, da un periodo di permanenza all'estero da 1 a 6 mesi.

Per tutte e quattro le linee progettuali sopra descritte, nella seconda fase - quella di reimpiego delle competenze all'interno del territorio della Regione Lazio- è previsto lo svolgimento di un tirocinio e/o attività di ricerca, per un periodo di minimo di 3 mesi e massimo di 6 mesi.

Il programma "Torno Subito" persegue i princìpi delle pari opportunità e dell'accessibilità per tutti ed in particolare prevede specifiche azioni di sostegno e punteggi aggiuntivi nella fase di valutazione per favorire la partecipazione di persone con disabilità.

Per maggiori informazioni clicca qui

Documenti Allegati