Antincendio, solo un mese di tempo per l’adeguamento delle strutture alberghiere

Scade il 31 dicembre il termine per l’adeguamento previsto dal Decreto Milleproroghe 2021 per strutture già esistenti con più di 25 posti letto

di Redazione tecnica - 22/11/2022
© Riproduzione riservata
Antincendio, solo un mese di tempo per l’adeguamento delle strutture alberghiere

Si approssima la scadenza del 31 dicembre 2022 per l'adeguamento antincendio delle attività ricettive turistico-alberghiere esistenti con oltre 25 posti letto.

Antincendio e strutture alberghiere: ancora pochi giorni per l'adeguamento

Il termine è stato stabilito con la legge n. 21/2021, di conversione del Decreto Milleproroghe 2021 (D.L. n. 183/2020) che, all'articolo 2, comma 4-octies, ha subordinato la scadenza alla presentazione, entro il 30 giugno 2021, della SCIA parziale attestante il rispetto di almeno quattro delle prescrizioni indicate dal D.M. 14 luglio 2015.

In particolare, la disposizione prevede che le attività ricettive turistico-alberghiere con oltre 25 posti letto, esistenti alla data di entrata in vigore della regola tecnica di cui al decreto del Ministro dell’interno 9 aprile 1994 e in possesso dei requisiti per l’ammissione al piano straordinario di adeguamento antincendio, di cui al decreto del Ministro dell’interno 16 marzo 2012 devono completare l’adeguamento alle disposizioni di prevenzione degli incendi entro il 31 dicembre 2022, previa presentazione al comando provinciale dei vigili del fuoco, entro il 30 giugno 2021, della SCIA parziale, attestante il rispetto di almeno quattro delle seguenti prescrizioni, come disciplinate dalle specifiche regole tecniche:

  • resistenza al fuoco delle strutture;
  • reazione al fuoco dei materiali;
  • compartimentazioni;
  • corridoi;
  • scale;
  • ascensori e montacarichi;
  • impianti idrici antincendio;
  • vie di uscita ad uso esclusivo, con esclusione dei punti ove è prevista la reazione al fuoco dei materiali;
  • vie di uscita ad uso promiscuo, con esclusione dei punti ove è prevista la reazione al fuoco dei materiali;
  • locali adibiti a depositi.

Il testo completo della disposizione è contenuto nella legge n. 21/2021 di conversione del D.L. n. 183/2020, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 1° marzo 2021, n. 51.