Cercasi 120 ingegneri, architetti e geologi: in Gazzetta Ufficiale il concorso

Approda in Gazzetta Ufficiale il concorso del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili per l'assunzione di 120 ingegneri, architetti e geologi

di Redazione tecnica - 03/08/2021
© Riproduzione riservata
Cercasi 120 ingegneri, architetti e geologi: in Gazzetta Ufficiale il concorso

Approda sulla Gazzetta Ufficiale Serie Speciale - Concorsi ed Esami 30 luglio 2021, n. 60 il concorso del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili per il reclutamento di 120 ingegneri, architetti e geologi.

Concorso 120 ingegneri, architetti e geologi

Il concorso del MIMS, per titoli ed esame, prevede il reclutamento di 120 unità di personale non dirigenziale, a tempo pieno ed indeterminato, da inquadrare nell'Area funzionale III, fascia retributiva 1, nel profilo professionale di funzionario ingegnere architetto e di funzionario geologo, da inserire nell'organico del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili per le esigenze delle Sedi centrali, decentrate e periferiche dell'Amministrazione di cui:

  • Codice A - cento posti nel profilo professionale funzionario ingegnere architetto in possesso dei requisiti previsti al successivo art. 2 Codice A da inquadrare nell'Area funzionale III - F1;
  • Codice B - dieci posti nel profilo professionale funzionario ingegnere architetto in possesso dei requisiti previsti al successivo art. 2 Codice B da inquadrare nell'Area funzionale III - F1;
  • Codice C - dieci posti nel profilo professionale funzionario geologo in possesso dei requisiti previsti al successivo art. 2 Codice C da inquadrare nell'Area funzionale III - F1.

Concorso 120 ingegneri, architetti e geologi: requisiti per l'ammissione

Sono previsti specifici requisiti di ammissione relativamente alle 3 tipologie di figure ricercate.

Al concorso Codice A saranno ammessi, a domanda, i candidati in possesso dei seguenti requisiti alla data di scadenza del termine previsto per la presentazione della relativa domanda di partecipazione:

  • laurea magistrale (LM) in ingegneria, ottenuta nelle seguenti classi: LM-4 Architettura e ingegneria edile-architettura; LM-23 Ingegneria civile; LM-24 Ingegneria dei sistemi edilizi; LM-26 Ingegneria della sicurezza; LM-35 Ingegneria per l'ambiente e il territorio; ovvero laurea specialistica (LS) in ingegneria, ottenuta nelle seguenti classi: 4S Ingegneria edile architettura; 28S Ingegneria civile; 38S Ingegneria per l'ambiente e il territorio; ovvero diploma di laurea quinquennale secondo il previgente ordinamento in Ingegneria civile o Ingegneria edile o Ingegneria per l'ambiente ed il territorio;
  • abilitazione all'esercizio della professione di ingegnere.

Al concorso Codice B saranno ammessi, a domanda, i candidati in possesso dei seguenti requisiti alla data di scadenza del termine previsto per la presentazione della relativa domanda di partecipazione:

  • laurea magistrale (LM) in ingegneria, ottenuta nella classe LM 31 Ingegneria Gestionale, ovvero laurea specialistica (LS) in ingegneria, ottenuta nella classe 34S Ingegneria Gestionale; ovvero diploma di laurea quinquennale secondo il previgente ordinamento in Ingegneria gestionale;
  • abilitazione all'esercizio della professione di ingegnere.

Al concorso Codice C saranno ammessi, a domanda, i candidati in possesso dei seguenti requisiti alla data di scadenza del termine previsto per la presentazione della relativa domanda di partecipazione:

  • laurea magistrale (LM) ottenuta nella seguente classe: LM74 Scienze e Tecnologie Geologiche; LM75 Scienze e tecnologie per l'Ambiente e il Territorio, ovvero laurea specialistica (LS) ottenuta nella seguente classe: 82S Scienze e tecnologie per l'Ambiente e il Territorio, 86S Scienze Geologiche; ovvero diploma di laurea (DL) in Scienze Geologiche;
  • abilitazione all'esercizio della professione di geologo.

Ulteriori requisiti

I candidati devono essere, altresì, in possesso alla data di scadenza dei termini per la presentazione della domanda di partecipazione, nonché al momento dell'assunzione in servizio, dei seguenti requisiti:

  • essere cittadino italiano o di altro Stato membro dell'Unione europea o suo familiare non avente la cittadinanza di uno Stato membro che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente o cittadino di Paesi terzi che sia titolare del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o che sia titolare dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria ai sensi dell'art. 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165. I soggetti di cui all'art. 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 dovranno essere in possesso dei requisiti, se compatibili, di cui all'art. 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 7 febbraio 1994, n. 174;
  • idoneità fisica all'impiego, sia presso gli uffici dell'amministrazione che per le attività di ispezione e controllo sulle dighe ed opere di derivazione nonché sulle condotte forzate, anche con caratteristiche di disagio;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall'elettorato politico attivo;
  • di non essere stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento;
  • di non essere stati dichiarati decaduti o licenziati da un impiego statale, ai sensi dell'art. 127, primo comma, lettera d), del Testo Unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3 e ai sensi delle corrispondenti disposizioni di legge e dei contratti collettivi nazionali di lavoro relativi al personale dei vari comparti;
  • di non avere riportato la pena accessoria dell'estinzione del rapporto di lavoro o di impiego ai sensi dell'art. 32-quinquies c.p.;
  • di non essere incompatibile in base alla normativa vigente con lo status di dipendente pubblico;
  • di non essere interdetto dai pubblici uffici a seguito di sentenza;
  • per i candidati soggetti agli obblighi di leva, avere una posizione regolare nei riguardi dei relativi obblighi.
  • L'amministrazione ha facoltà di sottoporre a visita medica di controllo i vincitori del concorso.

Concorso 120 ingegneri, architetti e geologi: procedura concorsuale

Il concorso sarà espletato in base alle procedure di seguito indicate, che si articolano attraverso le seguenti fasi:

  • una valutazione dei titoli ai fini dell'ammissione alla prova scritta;
  • una prova scritta riservata a un numero di candidati pari a venti volte il numero di posti messi a concorso per ciascun profilo.

La prova scritta si svolgerà esclusivamente in via informatica.

Concorso 120 ingegneri, architetti e geologi: presentazione della domanda

La domanda di ammissione al concorso deve essere presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando l'apposito modulo elettronico sul sistema «Step-One 2019», raggiungibile sulla rete internet all'indirizzo «https//ripam.cloud», previa registrazione.

Per la partecipazione al concorso il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato. La registrazione, la compilazione e l'invio on-line della domanda devono essere completati entro il trentesimo giorno decorrente dal giorno successivo a quello di pubblicazione del bando sulla Gazzetta Ufficiale (quindi entro il 30 agosto 2021).

La data di presentazione on-line della domanda di partecipazione al concorso è certificata e comprovata da apposita ricevuta elettronica rilasciata, al termine della procedura di invio, dal sistema informatico che, allo scadere del suddetto termine ultimo per la presentazione, non permette, improrogabilmente, più l'accesso alla procedura di candidatura e l'invio del modulo elettronico. Ai fini della partecipazione al concorso, in caso di più invii, si terrà conto unicamente della domanda inviata cronologicamente per ultima.

Per la partecipazione al concorso, il candidato dovrà versare, a pena di esclusione, una quota di partecipazione pari a € 10,00 sulla base delle indicazioni riportate nel suddetto sistema «Step-One 2019». Il versamento della quota di partecipazione deve essere effettuato entro le ore 23,00 del termine di scadenza previsto. Qualora il candidato intenda presentare domanda di partecipazione per più profili professionali, il versamento della quota di partecipazione deve essere effettuato per ciascuno di essi. Il contributo non è rimborsabile.

Concorso 120 ingegneri, architetti e geologi: le materie per la prova scritta

La prova scritta (test a risposta multipla da risolvere in 60 minuti) potrà riguardare oltre all'inglese e informatica:

  • Norme Tecniche sulle Costruzioni. NTC 2018;
  • Codice dei Contratti Pubblici, D.lgs 50/2016 e ss.mm.ii. e Regolamento di Attuazione per le parti ancora in vigore DPR 207/2010;
  • Codice Ambiente, D.Lgs 152/2006 e ss.mmm.ii.;
  • Codice Amministrazione Digitale, D.Lgs 82/2005 e ss.mm.ii.;
  • Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile dell'ONU.

In considerazione dello svolgimento delle funzioni specifiche che dovranno essere svolte dalle risorse umane da reclutare con il Concorso di cui al Codice A, la prova scritta potrà riguardare:

  • Prevenzione e controllo della sicurezza delle infrastrutture, con particolare riguardo all'utilizzo delle nuove tecnologie
  • Tecnologie per la tutela ambientale, previsione di impatto ambientale, sistemi di gestione ambientale
  • Sostenibilità e sviluppo delle infrastrutture, con particolare riferimento all'innovazione dei materiali in ottica di economia circolare
  • Scienza e tecnica delle costruzioni, geotecnica
  • Costruzioni idrauliche e protezione idraulica del territorio, dighe e traverse, costruzioni marittime
  • Infrastrutture viarie, ponti, aeroporti, opere geotecniche
  • Mitigazione e adattamento ai rischi derivanti dall'assetto sismico e idrogeologico e dai cambiamenti climatici
  • Metodi e strumenti digitali di progettazione, realizzazione e gestione delle infrastrutture (ad esempio Building Information Modeling ecc.)
  • Project Management, principi e metodi
  • Analisi di rischio, principi e metodi
  • Testo Unico Edilizia, D.P.R. 380/2001 e ss.mm.ii.

In considerazione dello svolgimento delle funzioni specifiche che dovranno essere svolte dalle risorse umane da reclutare con il Concorso di cui al Codice B, la prova scritta potrà riguardare:

  • Norma UNI EN ISO 19650, Organizzazione e digitalizzazione delle informazioni relative all'edilizia e alle opere di ingegneria civile
  • Norma UNI 11337, Gestione digitale dei processi informativi delle costruzioni
  • Norma UNI EN ISO 11648, Attività Professionale Project Manager  Gestione dei progetti e sistemi di gestione
  • Statistica, analisi dei dati e gestione della qualità
  • Strategy e Marketing and innovation management
  • Sistemi informativi aziendali
  • Contabilità, finanza e sistemi di controllo
  • Economia aziendale e controllo delle organizzazioni
  • Economia e gestione delle amministrazioni pubbliche

In considerazione dello svolgimento delle funzioni specifiche che dovranno essere svolte dalle risorse umane da reclutare con il Concorso di cui al Codice C, la prova scritta potrà riguardare:

  • Geologia applicata, rilevamento geologico, carte e sezioni geologiche
  • Strutture geologiche, geomorfologia
  • Caratterizzazione geomeccanica degli ammassi rocciosi
  • Indagini geognostiche per l'ingegneria civile ed ambientale
  • Idrogeologia e acque sotterranee
  • Sismica
  • Mitigazione e adattamento ai rischi derivanti dai cambiamenti climatici;
  • Movimenti franosi, stabilità degli scavi e dei versanti naturali e artificiali
  • Problemi geologici connessi alla realizzazione di infrastrutture, gallerie ed opere in sotterraneo
  • Non è prevista la pubblicazione della banca dati dei quesiti prima dello svolgimento della prova.