Commissione Via-Vas: il report del MASE sull’attività del 2022

Il Ministero conferma l'approvazione di piani e programmi del valore di 65 miliardi di euro, di cui 46 sotto il nuovo esecutivo

di Redazione tecnica - 12/01/2023
© Riproduzione riservata
Commissione Via-Vas: il report del MASE sull’attività del 2022

La Commissione tecnica di verifica dell’impatto ambientale (Via e Vas) del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (MASE) ha adottato, nel corso del 2022, 27 pareri di Vas per verifiche e istruttorie relative a piani e programmi del valore di 65 miliardi di euro. Ad affermarlo è il Ministero stesso, nel presentare il bilancio dell'attività dell'anno appena trascorso, “condiviso” con l’esecutivo precedente, quando il dicastero era denominato Ministero della Transizione Ecologica (MITE).

VIA-VAS: l'attività del MASE nel 2022

Ricordiamo che la Valutazione Ambientale Strategica è una procedura che si applica a quei piani e programmi che riguardano aree ampie e pluralità di iniziative economiche che possono avere impatti significativi sull'ambiente.

Nello specifico, dall’insediamento del nuovo governo sono stati approvati progetti per un valore complessivo di 46 miliardi e 750 milioni di euro. Tra le misure esitate dalla Commissione VAS, rientrano:

  • Il “Piano Strategico Nazionale della Politica Agricola Comune 2023-2027” del valore di quasi 37 miliardi;
  • il “Programma Nazionale Ricerca e Innovazione e Competitività per la transizione verde e digitale” cui sono destinati 5 miliardi e 600 milioni;
  • il Programma Nazionale Just Transition Fund del valore di oltre un miliardo di euro;
  • il programma PN Metro Plus per le città Medie del Sud su progetti di innovazione sociale finalizzati alla rigenerazione di aree fragili, caratterizzate da disagio socio-economico e abitativo con risorse per oltre 3 miliardi.

Come ha spiegato il Ministro Gilberto Pichetto Fratin, i pareri positivi della Commissione VAS sono funzionali all’attuazione di importanti strumenti di pianificazione territoriale ed economica nel rispetto dell’ambiente e prestando massima attenzione alla sostenibilità.

Non solo: secondo Pichetto Fratin "L’accelerazione impressa dalla commissione ai propri lavori è la dimostrazione che in tema di autorizzazioni ambientali è stato raggiunto un elevato standard di efficienza: è questa la migliore garanzia di uno sviluppo che viene promosso e articolato in una cornice di salvaguardia dei territori e delle comunità”.