Consiglio dei Ministri: Prorogato lo stato di emergenza sino al 31 marzo 2022

Il testo del decreto-legge con cui il Consiglio dei Ministri ha approvato ieri la proroga dello stato di emergenza nazionale

di Redazione tecnica - 15/12/2021
© Riproduzione riservata
Consiglio dei Ministri: Prorogato lo stato di emergenza sino al 31 marzo 2022

Il Consiglio dei Ministri n. 51 di ieri 14 dicembre 2021, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro della Salute Roberto Speranza, ha approvato un decreto-legge che prevede la proroga dello stato di emergenza nazionale e delle misure per il contenimento dell’epidemia da COVID-19 fino al 31 marzo 2022.

Prorogati i poteri derivanti dallo stato di emergenza e la struttura commissariale

Prorogati, anche:

  • i poteri derivanti dallo stato di emergenza al Capo del Dipartimento della Protezione Civile;
  • la struttura del Commissario straordinario per l’attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica.

Green Pass, Green Pass rafforzato e test antigenici rapidi

Restano in vigore, inoltre, le norme relative all’impiego del Green Pass e del Green Pass rafforzato e ai test antigenici rapidi gratuiti e a prezzi calmierati.

Il decreto stabilisce, infine, l’estensione, sino al 31 marzo 2022, della norma secondo cui il Green Pass rafforzato debba essere utilizzato anche in zona bianca per lo svolgimento delle attività che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla.

Lo “Stato di emergenza” e il Codice di protezione civile

Ricordiamo che lo stato di emergenza, che viene deliberato dal Consiglio dei ministri su proposta del presidente del Consiglio, è regolato dal comma 3 dell’articolo 24 del Decreto Legislativo 2 gennaio 2018, n. 1 recante “Codice di Protezione Civile” nel quale si afferma che “la durata dello stato di emergenza di rilievo nazionale non può superare i 12 mesi, ed è prorogabile per non più di ulteriori 12 mesi”. In effetti:

Lo stato di emergenza, quindi, era stato, prima dichiarato e poi prorogato per un totale di 18 mesi; vista l’impossibilità di ulteriori proroghe, alla fine di luglio 2021 il Governo ha stabilito di utilizzare una norma primaria per permettere un'ulteriore proroga. Da qui il decreto-legge 23 luglio 2021, n. 105 convertito dalla legge 16 settembre 2021, n. 126 con cui lo stato di emergenza è stato prorogato per altri 6 mesi e, quindi, sino al 31 dicembre 2021.

Arriva, adesso un’ulteriore proroga sempre con un nuovo decreto-legge predisposto dal Consiglio dei Ministri di ieri, sino al 31 marzo 2022.

Schema di decreto legge

Lo schema del nuovo decreto legge è costituito dai seguenti 11 articoli:

  • art. 1 – Dichiarazione dello stato di emergenza nazionale;
  • art. 2 – Modifiche al decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19 e al decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33;
  • art. 3 – Impiego delle certificazioni versi Covid-19;
  • art. 4 – Esecuzione dei test antigenici rapidi a prezzi calmierati e gratuitamente;
  • art. 5 – Disciplina dei sistemi informativi fnzionali all’implementazione del piano strategico dei vaccini per la prevenzione delle infezioni da SARS-CoV-2;
  • art. 6 – Potenziamento delle infrastrutture strategiche per le emergenze sanitarie;
  • art. 7 – Sistema allerta COVID-19 e servizio nazionale di risposta telefonica per la sorveglianza sanitaria;
  • art. 8 – Proroga dei termini correlati con lo stato di emergenza da COVID-19;
  • art. 9 – Prestazione lavorativa dei soggetti fragili e congedi parentali;
  • art. 10 – Disposizioni finali;
  • art. 11 – Entrata in vigore.

In allegato lo schema di decreto-legge approvato dal Consiglio dei Ministri.

Vai allo Speciale Coronavirus Covid-19