Fondo demolizioni opere abusive: Dal 15 settembre la domanda

Contributi concessi pari al 50% del costo degli interventi di demolizione delle opere o degli immobili abusivi

di Redazione tecnica - 03/09/2021
© Riproduzione riservata
Fondo demolizioni opere abusive: Dal 15 settembre la domanda

Il Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili – Dipartimento per le opere pubbliche, le risorse umane e strumentali, Direzione generale per l’edilizia statale e abitativa, e gli interventi speciali (ex Direzione generale per la condizione abitativa), con Comunicato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 201 del 23 agosto 2021, ha comunicato che dalle ore 12,00 del 13 settembre e fino alle ore 12,00 del 13 ottobre 2021 le amministrazioni comunali possono presentare domanda di contributo a carico del Fondo demolizioni delle opere abusive di cui alla legge n. 205/2017, art. 1, comma 26; la domanda deve essere presentata ai sensi del decreto interministeriale n. 254 del 23 giugno 2020 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 19 agosto 2020, n. 206  sulla sezione Amministrazione trasparente del sito internet del Ministero all’indirizzo: http://fondodemolizioni.mit.gov.it/login - con il quale sono stati stabiliti i criteri di utilizzazione e ripartizione del Fondo demolizioni

Fondo disciplinato dal DM 23/06/2020

Il Fondo è disciplinato dal decreto interministeriale n. 254 del 23 giugno 2020, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 19/08/2020 n. 206 (leggi articolo). La dotazione del fondo è di 10 milioni di euro. I contributi saranno concessi a copertura del 50% del costo degli interventi di rimozione o di demolizione delle opere o degli immobili realizzati in assenza o totale difformità dal permesso di costruire, di cui all'art. 31 del D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380, per i quali è stato adottato un provvedimento definitivo di rimozione o di demolizione non eseguito nei termini stabiliti. Incluse spese tecniche ed amministrative.

Sono incluse le spese tecniche e amministrative, nonché quelle connesse alla rimozione, trasferimento e smaltimento dei rifiuti derivanti dalle demolizioni. Il restante 50% è a carico del bilancio comunale o di eventuali fondi di cui i Comuni già dispongano. L'ordine cronologico di presentazione delle istanze potrà essere rilevante ai fini dell'ammissione al finanziamento.

Possono presentare istanza di contributo anche comuni che abbiano già partecipato ai bandi di cui agli avvisi prot. 9159 del 12 agosto 2020 e prot. 4546 del 10 maggio 2021 o che risultino vincitori degli stessi ai sensi dei provvedimenti di assegnazione fondi reperibili sulla sezione Amministrazione trasparente del sito internet del Ministero all’indirizzo link https://trasparenza.mit.gov.it/index.php?id_oggetto=28&id_doc=210702 - purché l’istanza abbia ad oggetto ulteriori interventi di demolizione identificati attraverso il codice CUP.

Cambio di passo nella lotta all’abusivismo

I bandi relativi al Fondo per le demolizioni del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti segna un cambio di passo nella lotta all'abusivismo edilizio, testimoniato anche dalle nuove procedure l'accelerazione delle demolizioni introdotte nella conversione in legge del decreto semplificazioni (articolo 10 bis) e che danno più forza e responsabilità ai prefetti per assicurare la salvaguardia del territorio.

Termine per la consegna, facsimile e Responsabile del procedimento

Termine per la consegna è fissato a partire dalle ore 12,00 del giorno 13 settembre 2021 e fino alle ore 12,00 del 13 ottobre 2021, il cui fac-simile è disponibile al medesimo indirizzo web https://fondodemolizioni.mit.gov.it

Il responsabile del procedimento è la dott.ssa Sara Tremi Proietti.

Documenti Allegati